Sostenibilità al Fuorisalone, KDLN un nuovo albero per ogni visitatore

da | 3 Giu 2022 | Ambiente, Arredamento

Sostenibilità al Fuorisalone, non solo design: Kdln pianterà un nuovo albero per ogni visitatore del suo nuovo Flagship Store.

 

Sostenibilità al Fuorisalone: dopo un biennio costellato di successi per il top brand d’illuminazione decorativa a livello internazionale, che nel solo scorso anno ha fatturato 4.5 milioni di euro, il 2022 prosegue all’insegna dei risultati positivi con l’inaugurazione del primo store monomarca del brand.

Stefano Bordone, presidente Kdln, ha le idee chiare sul futuro: “La tutela dell’ambiente è la priorità che guida le nostre azioni”.

Da questa responsabilità sociale, in piena sinergia con la Design Week 2022, nasce l’iniziativa green che prenderà luogo nel corso dell’opening dello showroom: sarà piantato un albero per ogni visitatore dello store in collaborazione con Eden Reforestation Projects. Bordone: “L’obiettivo è supportare il traguardo finale di 50 miliardi di alberi”.

Kdln, top brand d’illuminazione decorativa a livello internazionale, ha scelto Milano per l’opening del suo primo flagship store per affermare l’importanza della sostenibilità al Fuorisalone.

A partire dal 7 giugno in viale Elvezia 6, nel cuore della Design Week 2022, verrà inaugurato uno spazio esclusivo dedicato ai prodotti d’illuminazione dell’azienda, dove sarà possibile approfondire la conoscenza del brand e fissare consulenze dedicate di interior design a tema illuminazione.

Stefano Bordone, presidente Kdln, ha le idee chiare sulla strada da percorrere: “Sono due gli asset di sviluppo per il futuro del brand: consolidare il successo dell’azienda e sensibilizzare clienti e opinione pubblica sui temi della riduzione del consumo energetico e dell’attenzione alla sostenibilità.

Noi di Kdln consideriamo la tutela dell’ambiente una priorità che guida le nostre azioni: ogni giorno lavoriamo concretamente, come azienda con i nostri designer e tutta la squadra, per preservare e migliorare il futuro delle prossime generazioni”.

Da questa responsabilità etica e sociale, in piena sinergia con il focus della Design Week 2022, Kdln offre un’occasione di riflessione sostenibile dal valore ambientale: le installazioni del brand veicoleranno un dialogo green sui core value dell’azienda come la riduzione del consumo energetico, la riforestazione globale e la salvaguardia dell’ecosistema.

Un viaggio che coinvolgerà il visitatore in quanto protagonista assoluto: per ogni persona che visiterà lo spazio Kdln sarà piantato un albero a suo nome in Kenya, in collaborazione con Eden Reforestation Projects.

Dopo che l’albero sarà stato effettivamente piantato, la persona riceverà una comunicazione per cui saprà che è stata compiuta un’azione concreta che ha come obiettivo la tutela del Pianeta. Bordone è ambizioso: “L’obiettivo finale che ci siamo preposti con Eden Reforestation Projects? Arrivare a piantare 50 miliardi di alberi.

Sostenibilità al Fuorisalone

L’inaugurazione del nuovo flagship store sarà inoltre la cornice della presentazione in anteprima esclusiva della nuova collezione di lampade Kdln, un emozionante e suggestivo connubio tra design, ricerca ed alta tecnologia.

Linee essenziali, rigorose e grafichedichiara Francesca Smiraglia, giovane designer che collabora con Kdln – Sono questi i diktat dei trend dei prossimi anni che hanno ispirato il mio lavoro per Dala Linear”.

“Il cliente cerca sempre più un incontro tra poesia e funzionalità”, sottolinea Chris Basias, che presenterà i progetti Flow e Mitos. Il designer Robert Dabi non ha dubbi: “LED, flessibilità e funzionalità. Ma anche moda, musica, cinema, tutto il mondo delle arti lo suggerisce: sono queste le nuove tendenze da seguire.

Una sfida che ho raccolto e tradotto in Poise Floor e Ceiling: lampade solide e al tempo stesso leggere, che possono essere spostate in diversi ambienti e si adattano all’ambiente che le circonda”.

Secondo il presidente di Kdln, Stefano Bordone, i “lighting trend” che rivoluzioneranno il futuro dell’illuminazione saranno diversi e stimolanti e li ritroveremo nelle nuove collezioni firmate Kdln: “Green economy, sostenibilità ed innovazione tecnologica volte all’ottimizzazione di una customer journey che sia positiva per il nostro cliente”.

Principi che sono alla base anche dello stesso Spazio Elvezia di Kdln, realizzato da storagemilano, studio di architettura e design fondato a Milano nel 2002 da Barbara Ghidoni, Marco Donati e Michele Pasini: “Il progetto per Spazio Elvezia ha lo scopo di trasporre fisicamente la presenza di Kdln nel cuore della città di Milano – spiega Marco DonatiLo spazio si articola in due momenti; nel primo il fulcro è rappresentato da dei volumi materici, dei casellari per i pezzi più iconici di Kdln.

Nell’ambiente adiacente un ready-made architettonico diventa la quinta scenica per un allestimento che prende vita durante la settimana del Salone, ma che promette di cambiare forma e aspetto proponendosi come continua novità.

La matericità di questi nuovi volumi è data da un’alternanza e dal voluto contrasto di materiali accostati insieme, dalla finitura grezza del cemento alla traslucenza dei pannelli alveolari in fibra di vetro e dai dettagli in acciaio, in un continuo gioco fra luce e materia”.

Ancora una volta, quindi, lo stile Kdln prende concretamente forma: poesia e funzionalità si incontrano per offrire al visitatore e al cliente un’esperienza d’acquisto unica e memorabile. Il tutto, come sempre, all’insegna della sostenibilità al Fuorisalone.

A livello corporate, l’ultimo biennio è stato costellato di successi per il brand italiano che, solo nel 2021, ha fatturato 4,5 milioni di euro, mettendo a segno un’importante accelerazione nella crescita del proprio fatturato, con un grow up del 31% rispetto al 2020, e del 14% rispetto ai livelli pre-pandemia del 2019.

Un trend che ha coinvolto anche il mercato estero, come dimostra il +43% del 2021 rispetto all’anno precedente nell’ambito del business in oltre 70 paesi del mondo, oltre al +29% rispetto al 2019, con particolare riferimento alle performance in Nord America, Asia e Medio Oriente.

Cifre che evidenziano la spiccata vocazione di Kdln per l’export, che ad oggi rappresenta il 75% del volume d’affari totale.

 

Tag: KDLN

Autore: Barbara Zagato