Zampieri Holding neutralizza 7.543 tonnellate di CO2 da trasporto su strada

da | 21 Set 2022 | Ambiente

ROMA, 21 settembre 2022 – Nuovo traguardo “verde” per Zampieri Holding Srl, azienda leader in Italia nel settore del traporto di merci su strada con headquarters a Roma, che ogni anno calcola annualmente l’impronta di carbonio (Carbon Footprint) dei propri servizi di trasporto su strada.

Rispettando i più elevati standard di Corporate Climate Responsibility, Zampieri Holding si fa carico degli effetti esterni negativi e “climalteranti” della propria attività, compensando le emissioni di gas serra non evitabili legate al ciclo di vita dei suoi servizi, tramite l’acquisto e ritiro di crediti di CO2 verificati.

Nel 2022, il gruppo ha neutralizzato 7.543 tonnellate di CO2e associate alle emissioni “Core” – cioè quelle prodotte direttamente dall’azienda e quelle prodotte nel generare l’energia utilizzata dall’azienda – dei servizi di trasporto merci su strada del 2020 e 2021, attraverso l’acquisto ed il ritiro di crediti di CO2 CER, appartenenti allo standard CDM (Clean Development Mechanism).

Nello specifico, Zampieri Holding ha così completato la neutralizzazione delle emissioni associate al trasporto merci su strada del 2020 con tutti i mezzi immatricolati nel 2018 e dell’anno 2021 con tutti i mezzi della flotta immatricolati nel 2021. I crediti derivano da un progetto di energia rinnovabile localizzato in Indonesia, denominato Asahan 1 Hydroelectric Power Plant.

Si tratta di un progetto idroelettrico (run-of-river), che utilizza il flusso esistente del fiume Asahan per produrre energia e non prevede la costruzione di dighe o serbatoi su larga scala.

L’iniziativa rappresenta l’ultima tappa del percorso di sostenibilità intrapreso da Zampieri Holding a partire dal 2014, anno in cui l’azienda, che conta attualmente oltre 300 dipendenti e vanta un fatturato superiore ai 45 milioni di euro, siglò un accordo volontario con il Ministero dell’Ambiente aderendo così al Programma Nazionale per la valutazione dell’impronta ambientale.

Tra le strategie volontarie di Carbon Management, ZH ha scelto quella del Carbon Offset, relativa ai programmi di compensazione delle emissioni di CO2 equivalente con crediti di CO2 verificati, in conformità ai codici di condotta dello IETA (International Emissions Trading Association) e dell’ ICROA (International Carbon Reduction and Offset Alliance).

In questo processo di acquisto crediti l’azienda è stata assistita da CO2 Advisor, mentre il calcolo dell’impronta di carbonio è stato effettuato da Ambiente Italia, in collaborazione con l’agenzia Next RelationCommunications di Udine. L’ente terzo certificatore che ha validato i risultati è Certiquality, accreditato da Accredia.

“Zampieri Holding pone da sempre al centro della propria politica e gestione delle attività la questione ambientale – sottolinea con soddisfazione il presidente della holding, Giancarlo Zampieri – puntando su di una flotta di mezzi all’avanguardia e moderna che permette di ottenere un risparmio sulle emissioni di gas in atmosfera associate al servizio di trasporto rispetto a quelle ottenute con i classici trattori.

In quest’ottica – segnala ancora il presidente – si inserisce il rinnovamento del parco mezzi che ha visto l’introduzione negli ultimi anni di modernissimi trattori diesel Euro 6 e soprattutto di motrici alimentate a metano (Liquid Natural Gas, LNG), che presentano emissioni di CO2 inferiori rispetto alle motorizzazioni precedenti”.

E’ in questo contesto di comprovata sensibilità alle esigenze dell’ecosistema che si colloca il “percorso green” intrapreso da ZH, per giungere a calcolare l’impronta di carbonio dei propri mezzi e, in seguito, attuare possibili misure di riduzione delle emissioni nel ciclo di vita, compatibili con la competitività del servizio.

Inoltre, tale studio intende favorire la sperimentazione e la messa a punto di metodologie ed esperienze replicabili nel settore trasporti, settore che si presenta come uno dei più impattanti in Europa sul cambiamento climatico dato il totale di emissioni di gas serra emesse in atmosfera ad esso associabili.

Autore: Alberto Rochira