Condivisione

Che tu sia un veterano dei viaggi o un novellino, in questo periodo può essere difficile (ri)trovare la voglia di viaggiare!

Abbiamo preparato una lista di 5 frasi che ti faranno venire, o tornare, la voglia di partire!

 

L’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna diverso. (Anne Carson)

Questa frase, per me, racchiude la differenza fra viaggiatore e turista, fra un vero viaggio e una vacanza in un resort all-inclusive. Viaggiare non significa solamente spostarsi, quello lo fanno tutti. Un vero viaggiatore parte umile, voglioso di condividere e imparare, di conoscersi, vedere, meravigliarsi, mescolarsi ai locali… tutto ciò farà sì che al ritorno sarà una persona diversa da quella che era alla partenza.

 

Non dirmi quanti anni hai, o quanto sei educato e colto, dimmi dove hai viaggiato e che cosa sai. (Maometto)

Ci sono persone che pensano di sapere molto perché hanno due o tre lauree, o perché sono molto avanti con gli anni. Spesso, però, l’età anagrafica non ha niente a che vedere con la saggezza di un uomo. Un ventenne che ha viaggiato per gran parte del mondo avrà imparato di più sulla vita di un novantenne che non è mai uscito dalla sua regione. Perché? Perché il viaggio ti mostra com’è davvero questo mondo, incontri nuove culture, tante persone, ti ritrovi a fronteggiare situazioni diverse, a volte difficili o pericolose, che ti costringono a pensare e ad agire. I viaggi sono lezioni che ti plasmano e ti fanno diventare la persona che sei.

Cosa vedere a Pisa oltre alla torre pendente. Una città ricca di palazzi, piazze e chiese

 

È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria. (Voltaire)

Le persone che trascorrono tutta la vita nello stesso posto, non possono sapere com’è davvero il mondo e come vivono le persone altrove. Non hanno un’idea chiara o realista dei problemi di questo mondo, ma neanche delle sue bellezze. Hanno vissuto costantemente nella comfort zone, senza mai rischiare, mettersi in gioco e scoprire molto di sé stessi e degli altri. Viviamo tutti in questo mondo, è nostro dovere capirne il più possibile e l’unico modo per esserne parte attiva è mescolarsi ai suoi abitanti, viaggiare nelle sue terre, vedere con i nostri occhi.

 

Di confini non ne ho mai visto uno. Ma ho sentito che esistono nella mente di alcune persone. (Thor Heyerdahl)

Allo stesso modo, una persona che viaggia poco, o per niente, rischia di credere ciecamente a quello che viene detto dai mass media o dalla società in generale. La società, purtroppo, sembra voler spingere sempre di più le persone a pensare in maniera individualista, ad aver paura del “diverso”, a vedere confini e barriere ovunque. Il viaggiatore, che ha condiviso momenti intimi con sconosciuti dall’altra parte nel mondo, che ha dormito con una famiglia locale nella giungla del sud-est asiatico, che ha parlato con i berberi, che ha attraversato terre, deserti e boscaglie, sa che non esistono confini se non quelli creati dall’uomo stesso e spesso imposti ai suoi simili. Il viaggiatore è libero nell’anima, nella mente e nel cuore; per lui la diversità è una ricchezza, i confini esistono solo sulle carte, e si possono tranquillamente superare in nome dell’amore, dell’amicizia e della fratellanza. Un viaggiatore è un cambiamento positivo nel mondo.

Vacanze in Salento, le Maldive italiane! Mare e spiagge da lasciare a bocca aperta

 

In verità, il viaggio attraverso i Paesi del mondo è per l’uomo un viaggio simbolico. Ovunque vada è la propria anima che sta cercando. Per questo l’uomo deve poter viaggiare. (Andrej Tarkowsky)

La maggior parte dei viaggiatori non parte solo per vedere il mondo, conoscere altre persone, scoprire altre culture… che ne sia consapevole o meno, parte anche o soprattutto per conoscere sé stesso, per sfuggire a qualcosa (che sia un dolore o le abitudini della vita di tutti i giorni), per cercare delle risposte a delle domande. Un viaggiatore spesso ha paura, perché il viaggio, quello vero, richiede coraggio. E’ un viaggio non solo fisico e geografico, ma anche e soprattutto della mente, dell’anima e del cuore. Un viaggiatore è alla costante ricerca di esperienze – che siano luoghi, persone o avvenimenti – che aiutino la sua anima a evolversi.