Variante Omicron in Italia, riscontrato il primo caso in un cittadino campano

da | 27 Nov 2021 | Coronavirus

La variante Sudafricana, denominata Omicron, è stata identificata anche in Italia dall’ISS in un paziente campano proveniente dal Mozambico, il quale era risultato positivo e messo in isolamento per accertamenti.

 

Il primo caso di variante Omicron del Covid-19 è stato riscontrato anche in Italia: l’Istituto Superiore di Sanità ha infatti identificato una sequenza riconducibile alla nuova variante in un cittadino campano, vaccinato con 2 dosi, atterrato a Milano per il rientro dal Mozambico, risultato positivo e messo in isolamento in attesa di accertamenti.

Primi casi della variante Sudafricana riscontrati anche in Germania e in Gran Bretagna.

Durante la serata si è svolta una riunione d’emergenza della Commissione Europea per delineare le misure da prendere in tutta Europa. Ursula Von der Leyen ha scritto in un Tweet: “Dopo aver dato via libera al freno d’emergenza stiamo lavorando su ogni pista da seguire con tutti i commissari per velocizzare vaccinazioni e terza dose, aumentare test e tracciamento per le persone che provengono dalle regioni più a rischio, approfondire il sequenziamento delle variante e analizzare le acque di scarico per localizzare Omicron.”

Il Centro Europeo per la Prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha fatto sapere che il livello di rischio associato alla variante Omicron, individuata per la prima volta in Sudafrica, per l’Unione Europea è “alto o molto alto”.

Infatti, dai primi studi è emerso che Omicron ha 32 mutazioni della proteina Spike che potrebbero teoricamente aumentarne la trasmissibilità e la capacità di eludere gli anticorpi.