fbpx
Pubblicità

Aprono anticipatamente le prenotazioni per i vaccini alla popolazione lombarda over 50. Confermata anche la zona Gialla per la Regione

 

Una notizia che attendevano in molti: una platea di quasi 1,6 milioni di cittadini italiani che, secondo il piano di Bertolaso, dovevano essere vaccinati tra il 19 maggio ed il 7 giugno.

Ma grazie ad un ritmo di oltre 140mila vaccinazioni al giorno, la Lombardia riesce ad anticipare la campagna vaccinale per gli ultra 50enni al 10 maggio.

Pubblicità

Quindi, da lunedì prossimo saranno aperte le prenotazioni per i cittadini aventi un’età compresa tra i 50 e i 59 anni.

 

Vaccini over 50 Lombardia

È importante evidenziare che il ritmo delle vaccinazioni in Lombardia è persino calato a fronte della richiesta del commissario straordinario per l’emergenza Covid, il Generale Figliuolo, il quale ha abbassato il target della Regione per adeguarsi ai piani, avendo superato persino le aspettative.

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha infatti commentato a Sky TG24: “Purtroppo non riusciamo a mantenere le 100 mila dosi al giorno, al momento ne facciamo 85 mila: il target è stato abbassato dal generale Figliuolo ma la Lombardia è l’unica assieme ad altre due regioni a mantenere e ad aver superato il target del generale Figliuolo”.

Per l’occasione, il presidente Fontana ha anche informato che la Lombardia verrà con tutta probabilità confermata in Zona Gialla.

AstraZeneca sospesa sotto 60 anni di età. Chiudono diversi Open Day per timore delle conseguenze

 

Moderna ha annunciato l’esito positivo dei test sulla seconda dose di vaccino,  effettuati sui partecipanti per contrastare la variante brasiliana e sudafricana

 

Moderna, attraverso una nota, ha annunciato che una singola dose di richiamo del vaccino ha aumentato i titoli neutralizzanti contro il virus Covid-19 (Sars-CoV-2) e contro due varianti molto preoccupanti, la sudafricana e la brasiliana, nelle persone partecipanti a studi clinici precedentemente vaccinati.

risultati dei test del richiamo del vaccino hanno quindi mostrato che la dose è riuscita ad aumentare le risposte anticorpali neutralizzanti contro il virus originale, nonché contro le varianti individuate in Sudafrica e Brasile. LEGGI TUTTO

Pubblicità