Advertisement

Il Generale Figliuolo, commissario dell’emergenza Covid, sta pensando alle vaccinazioni degli studenti direttamente nelle scuole

 

Il commissario per l’emergenza Covid, Generale Francesco Figliuolo, con soddisfazione ha annunciato di aver raggiunto le 500 mila dosi giornaliere, 512.395 per l’esattezza.

Ma il Generale crede di riuscire a salire molto più in alto di questo numero, cercando di raggiungere il prossimo obiettivo: vaccinare 1 milione di persone al giorno.

Advertisement

Le intenzioni del commissario sono sempre state molto chiare e tiene a precisare che, non appena saranno messi in sicurezza tutti gli over 65, sarà possibile aprire le vaccinazioni a tutte le classi di età.

Quindi, per la metà del mese di luglio il 60% della popolazione avrà terminato anche la seconda dose, raggiungendo così il 60% dell’immunità di gregge. Successivamente l’80% è previsto per il mese settembre, prevendendo un’estate tranquilla grazie al continuo utilizzo della mascherina.

 

Vaccinazioni nelle scuole

La possibilità di vaccinare bambini e ragazzi nelle scuole è un nodo sempre aperto ed il Generale Figliuolo, attraverso un’intervista, ma dichiarato: “Fare le vaccinazioni nelle scuole ai ragazzi? Ci stiamo pensando, come si faceva una volta negli anni ’70”.

Resta però da valutare bene anche la campagna vaccinale al personale scolastico, infatti 1 persona su 4 sembrerebbe ancora non immunizzata dall’infezione del Covid-19.

Per la somministrazione dei vaccini nelle scuole, però, bisognerà prima arrivare alla disponibilità dei vaccino per bambini e adolescenti, ancora in sperimentazione da parte di Pfizer.

L’immunologo Sergio Abrignani, dell’Università Statale di Milano e membro del Comitato Tecnico Scientifico, ha spiegato che ci sono i presupposti per ipotizzare che l’autorizzazione alle vaccinazioni a scuola, da parte delle attività regolatorie, possa arrivare in tempo per la riapertura delle scuole a settembre.

 

 

Vaccini per bambini dai 12 ai 15 anni. Ecco quando Pfizer sarà pronta per immunizzarli

 

Pfizer è quasi pronta anche per vaccinare i bambini dai 12 ai 15 anni. Ecco quando potrebbero essere disponibili per loro i vaccini

 

L’azienda farmaceutica tedesca BioNTech ha annunciato che il vaccino prodotto in collaborazione con Pfizer, da giugno sarà disponibile anche per la fascia di età compresa tra i 12 ed i 15 anni.

La missione di immunizzare anche i più piccoli contro il Covid-19 è sempre più vicina. I dati di prova, infatti, secondo l’amministratore delegato dell’azienda, avevano mostrato che il vaccino era efficace al 100% e ben tollerato. LEGGI TUTTO

Advertisement