Triennale Estate Flash Art Uncovers/Talks: Quattro incontri sulla storia della rivista

15 Lug 2021 | Eventi e Fiere

Pubblicità

16 luglio 2021, ore 18.30
1989–2007
Carlo Antonelli, Helena Kontova e Liliana Moro in dialogo. Modera: Emanuela De Cecco

Venerdì 16 luglio 2021, alle ore 18.30, Triennale Milano e “Flash Art” presentano il terzo appuntamento di un ciclo di talk che si propone di raccontare e analizzare, attraverso i principali protagonisti della storia del magazine, i momenti seminali dell’arte contemporanea dal 1967 al 2021. Interverranno nel terzo incontro Carlo Antonelli, Helena Kontova e Liliana Moro, moderati da Emanuela De Cecco.

La rivista nei suoi 54 anni di storia ha registrato l’evoluzione del sistema, della storia della critica d’arte, così come i cambiamenti geopolitici, artistici, e più in generale la cultura visuale. Attraverso questo ciclo di quattro incontri verrà restituita la storia di “Flash Art” e il ruolo che ha avuto nell’editoria italiana e globale.

I quattro incontri sono concepiti su linee temporali non canoniche, decadi incomplete, che si basano su macro-temi e momenti di riferimento per la rivista così come per la storiografia globale dell’arte.

Pubblicità

Il terzo incontro, dedicato agli anni 1989-2007, tratterà delle grandi collettive tematiche, l’approccio curatoriale che si stava costruendo in nome della globalizzazione (“Aperto ’93” e “Utopia Station”) e le nuove geografie culturali.

Damien Hirst, Mother and Child (Divided), 1993. Veduta dell’installazione durante “Aperto 93” alla 45a Biennale di Venezia, 1993. Fotografia e courtesy Mario Gorni.

Il prossimo appuntamento con Flash Art Uncovers / Talks: 23 luglio 2021, ore 18.30
2008–2021
Carolyn Christov-Bakargiev, Emanuele Coccia e Riccardo Venturi in dialogo Modera: Cristiano Seganfreddo

Questo appuntamento fa parte del palinsesto di Triennale Estate, un progetto rivolto a tutta la città per tornare a vivere insieme la cultura. L’obiettivo di Triennale Estate è dare voce a diversi temi: dal design all’architettura, dalla rigenerazione urbana alla fotografia al teatro e alle performing arts, con una particolare attenzione a tematiche quali sostenibilità, green, diversity, dialogo intergenerazionale, valorizzazione delle figure femminili nell’arte contemporanea e con il contributo di discipline come la storia e la filosofia quali ulteriori chiavi di lettura per interpretare il contemporaneo.

CORBA, rigenerare un quartiere attraverso l’Arte Urbana. Un progetto di STRADEDARTS

I Partner Istituzionali Eni e Lavazza e l’Institutional Media Partner Clear Channel sostengono Triennale Milano. Il Main partner Intesa Sanpaolo e il Partner Lumina sostengono Triennale Milano per il progetto Triennale Estate.

 

Carlo Antonelli

Carlo Antonelli (Novi Ligure) è un ingegnere culturale. Ha inventato e prodotto programmi radiofonici, festival musicali, case discografiche, libri e collane editoriali, riviste, film, eventi culturali e fiere.

 

Helena Kontova

Helena Kontova è fondatrice di “Flash Art International” e editor di “Flash Art” dal 1978 al 2015. Ha co-fondato e diretto la Biennale di Praga dal 2003 al 2013. Ha curato importanti rassegne fra cui “Aperto ’93: Emergency / Emergenza” durante la 45a Biennale di Venezia (1993) e la Biennale di Tirana (2001).

 

Liliana Moro

Liliana Moro è nata nel 1961 a Milano, dove vive e lavora. Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera con Luciano Fabro. Fonda, insieme ad altri artisti, lo Spazio di Via Lazzaro Palazzi a Milano (1989-93), dove nel 1990 allestisce la sua prima personale. Da questa esperienza nasce anche la rivista “Tiracorrendo”, di cui Moro è animatrice e redattrice. Realizza opere ambientali, disegni, collages, sculture, progetti teatrali e installazioni sonore. Nel 1991, è invitata a Una scena emergente al Centro Luigi Pecci di Prato. Tra le mostre collettive: Documenta IX, Kassel (1992); Aperto XLV Biennale di Venezia (1993); Quadriennale, Roma (1996; 2008); Bienal de Valencia (2001); Italics, Palazzo Grassi, Venezia (2008); Biennale di Thessaloniki (2013). Tra i principali musei nei quali ha esposto: ARC, Parigi (1993); Castello di Rivoli, Torino (1994); Moderna Museet, Stoccolma (1998); PS1 New York (1999); De Appel, Amsterdam (1999); CCA Wattis Institute for Contemporary Art, San Francisco (2005); Galleria Civica di Trento (2009); MART, Rovereto (2012); MAMbo Bologna (2013), Padiglione Italia, Biennale di Venezia (2019). Tra le personali: MUHKA, Anversa (1996); Fondazione Ambrosetti, Palazzolo, BS (2004); Istituto Italiano di Cultura, Los Angeles (2007); Careof/Viafarini, Milano (2008); Fondazione Antonio Ratti, Como (2012).

FUSA Expo 2021, un fitto palinsesto di eventi nei 3 giorni di esposizione

 

Emanuela De Cecco

Emanuela De Cecco è professore associato di Storia dell’arte contemporanea presso la facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano dove insegna Storia dell’arte contemporanea e semiotica dell’immagine. È co-autrice di Contemporanee. Percorsi e poetiche delle artiste degli anni Ottanta a oggi (postmedia books 2002) e di Tacita Dean (postmedia books 2004).

Pubblicità

Pubblica la tua notizia su MilanoBIZ!