Ambiente     Animali     Arredamento     Arte-Cultura     Economia     Edilizia-Immobili     Energia     Eventi     Fiere     Food     Lavoro     Libri     Marketing     Mobilità-Viaggi     Moda     Musica     Salute-Benessere     Tecnologia

Too Good To Go raggiunge i 20 milioni di pasti salvati in Italia

da | 3 Giu 2024 | Ambiente

Too Good To Go, l’azienda a impatto sociale dietro il più grande marketplace mondiale delle eccedenze alimentari, festeggia i 20 milioni di pasti salvati, un traguardo raggiunto a pochi giorni dalla Giornata Mondiale dell’Ambiente che si celebra il 5 giugno. 

L’azienda, grazie alla sua community di 9 milioni di utenti e oltre 26.000 partner, in soli due anni, ha raddoppiato la cifra di 10 milioni raggiunta nel 2022, un nuovo traguardo che dimostra il grande impatto che Too Good To Go ha avuto sul mercato italiano dal suo arrivo nel 2019.
 

L’impatto dei numeri sull’ambiente  

Ma qual è il reale impatto di un simile risultato? Basti pensare, ad esempio, che il totale dei pasti salvati dallo spreco ha permesso di evitare l’emissione di 54.000.000 kg di CO2e, una quantità pari a quella generata da 3.985 persone in volo in un viaggio attorno al mondo. Così come di evitare l’utilizzo non necessario di 56.000.000 m2 di suolo, pari alla superficie di oltre 7.800 campi da calcio, e  di 16.200.000.000 litri di acqua, quantità equivalente a quella contenuta in 6.648 piscine olimpioniche. 

Un risultato che assume, quindi, particolare rilevanza in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, un’opportunità perfetta per ricordare quanto sia importante ridurre lo spreco alimentare per vivere in un pianeta più verde. Se lo spreco alimentare fosse un Paese, sarebbe il terzo Paese al mondo per emissioni (dopo Cina e Stati Uniti). Lo spreco è infatti responsabile responsabile del 10% delle emissioni di CO2e a livello globale e ridurlo è una delle azioni principali che possiamo intraprendere per affrontare il cambiamento climatico e limitare l’aumento della temperatura a 2˚ C entro il 2100 (Project Drawdown)

Un fenomeno che genera conseguenze anche dal punto di vista economico. Solo in Italia, secondo recenti dati diffusi da WWF, lo spreco alimentare vale in 15 miliardi di euro all’anno, circa un punto di Pil (senza considerare i costi ecologici), e ogni italiano getta nella spazzatura 300 euro di cibo ogni anno. Il che equivale a un costo di circa 1000 euro per una famiglia composta da 3/4 persone.

 

“Non ci stancheremo mai di sottolineare come ridurre lo spreco alimentare non sia semplicemente una buona pratica da seguire, ma un obiettivo necessario per poter vivere in un pianeta migliore per gli effetti positivi che è in grado di generare a livello ambientale, economico e sociale” dichiara Mirco Cerisola, Country Director Italia Too Good To Go. “La nostra mission è quella di ispirare le persone a contrastare lo spreco di cibo, mettendo a loro disposizione soluzioni semplici per fare gesti concreti nel proprio quotidiano. Il raggiungimento dei 20 milioni di pasti salvati in Italia è un traguardo incredibile che siamo orgogliosi di celebrare insieme ai nostri utenti e partner, senza i quali non sarebbe stato possibile”.

  

Uno speciale concorso per celebrare il traguardo e ridurre ulteriormente lo spreco di cibo 

Per raggiungere e celebrare insieme a utenti e partner questo importante traguardo, Too Good To Go ha lanciato “20.000.000 di pasti salvati – Non sprecare neanche una Bag, uno speciale concorso per incentivare l’adozione di comportamenti sostenibili e ridurre lo spreco di cibo. 

Grazie a questa iniziativa gli utenti, salvando almeno 2 Surprise Bag entro il 5 giugno, avranno la possibilità di aggiudicarsi tanti  premi in palio, tutti a tema sostenibilità.

Per ulteriori informazioni e consultare in regolamento: www.neancheunabag.it