Che ruolo gioca la tecnologia nello sviluppo degli alimenti funzionali?

da | 29 Mag 2023 | Ristorazione

La tecnologia ha svolto un ruolo sempre più importante nella creazione degli alimenti funzionali. Questi alimenti sono stati progettati per fornire benefici per la salute oltre alla semplice nutrizione.

Tra i benefici di questi nuovi metodi, è stato possibile per i produttori di alimenti di sviluppare prodotti che contengono ingredienti specifici che possono aiutare a prevenire o trattare determinate malattie o condizioni, come il diabete, le malattie cardiache e l’obesità. Senza la tecnologia applicata a questo settore alimentare non si sarebbero potuti ottenere i passi avanti fatti nella ricerca di questi speciali alimenti sempre più utilizzati per i benefici che offrono.

 

Gli alimenti funzionali più diffusi

Gli alimenti funzionali sono alimenti che oltre alle loro proprietà nutrizionali di base, contengono componenti bioattivi che conferiscono benefici per la salute. Alcuni degli alimenti funzionali più venduti includono i prodotti a base di soia, come il tofu e il latte di soia, che sono ricchi di isoflavoni, composti vegetali con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

Anche i cereali integrali, come il riso integrale e l’avena, sono considerati alimenti funzionali grazie al loro contenuto di fibre, vitamine e minerali.

Tra gli alimenti funzionali più popolari si trovano anche i prodotti a base di frutta secca come le mandorle, le noci e i semi di lino, che sono ricchi di acidi grassi omega-3 e antiossidanti.

Vale la pena menzionare i polifenoli, che sono composti naturali che agiscono come antiossidanti e hanno proprietà antinfiammatorie. Sono presenti in alcune bevande, puoi ad esempio acquistare vino online, e fare una ricerca approfondita su Internet sugli ingredienti naturali in esso contenuti.

 

Le innovazioni tecnologiche per la produzione di alimenti funzionali

La tecnologia alimentare per lo sviluppo degli alimenti funzionali è nata solo di recente, ma ha in breve tempo rivoluzionato l’industria alimentare. Sono tante infatti le nuove opportunità che la creazione di questi alimenti con nuove metodologie, come la nanotecnologia e la biotecnologia, ha portato in questo settore, migliorando anche gli apporti nutritivi degli alimenti e offrendo grandi benefici alla salute.

La tecnologia ha permesso lo sviluppo di metodologie sempre più avanzate per la produzione di alimenti funzionali. Tra queste, spiccano la nanotecnologia e la biotecnologia. La nanotecnologia consente la manipolazione delle dimensioni e delle proprietà dei componenti alimentari a livello nanometrico.

Ciò offre un maggiore controllo sulla liberazione dei nutrienti nel corpo umano e sulla loro stabilità durante la lavorazione e la conservazione degli alimenti. Ad esempio, le nanoparticelle possono essere utilizzate per veicolare specifici composti bioattivi agli organi bersaglio nel corpo umano, migliorando l’efficacia dell’assorbimento e massimizzando i benefici per la salute.

La biotecnologia, d’altra parte, consente la manipolazione genetica di organismi viventi, inclusi batteri, lieviti e piante, per produrre alimenti funzionali con caratteristiche specifiche.

Questa tecnologia può essere utilizzata per aumentare il contenuto di sostanze benefiche, come vitamine, minerali e antiossidanti, negli alimenti. Inoltre, può essere impiegata per sviluppare nuovi ingredienti o migliorare quelli esistenti attraverso la modifica genetica delle piante o degli organismi utilizzati per la produzione.

In questo modo la fermentazione naturale di svariati alimenti, come possono essere quelli per ottenere alcolici come l’uva, viene monitorata in modo che la qualità e le sostanze nutrienti siano le migliori possibili.

Ci possiamo dunque aspettare solo ulteriori miglioramenti in futuro con l’avanzare della tecnologia in questo settore, che potrà portare alla scoperta di nuovi alimenti e sostanze utili alla nostra salute.