Tamponi nelle farmacie, l’assalto dei cittadini per le feste di Natale

da | 23 Dic 2021 | Coronavirus

Tamponi nelle farmacie: secondo il Codacons, la spesa sarebbe enorme e ingiusto l’arricchimento per i farmacisti. Nelle ultime 24 ore sono stati spesi 12,7 milioni di euro per i tamponi.

 

In occasione delle feste di Natale le farmacie di tutta Italia sono prese in queste ore d’assalto dai cittadini che intendono sottoporsi ai tamponi Covid.

Da Nord a Sud del paese assistiamo a lunghe code di utenti davanti le farmacie che attendono il proprio turno per effettuare il tampone e trascorrere così in modo sereno le feste di Natale con amici e parenti, denuncia il Codacons.

Una situazione di grande disagio per i cittadini che rappresenta anche un costo immenso per la collettività: per eseguire il tampone infatti la spesa per ogni test è di 15 euro, e considerato che solo nella giornata di ieri sono stati eseguiti in Italia 852mila tamponi, la spesa a carico degli utenti ha superato i 12,7 milioni di euro solo nelle ultime 24 ore.

Numeri destinati a salire nelle prossime ore, con l’avvicinarsi del cenone e del pranzo di Natale.

Per tale motivo il Codacons chiede al Governo di correre ai ripari, perché la corsa degli italiani al tampone rappresenta un costo sociale immenso che danneggia i cittadini e arricchisce le casse delle farmacie.

Servono in particolare convenzioni a livello locale con le farmacie per ottenere sconti sui tamponi anti-Covid, seguendo l’esempio di Roma dove, grazie ad una convezione siglata dal Codacons con una farmacia della capitale, gli iscritti all’associazione possono eseguire tamponi al prezzo scontato di 8 euro.