Superbonus 110% 2022, le nuove scadenze e le novità dell’incentivo

da | 5 Gen 2022 | Economia

Superbonus 110% 2022, la proroga è ora in Gazzetta Ufficiale. Le nuove scadenze e le novità, tra cui l’eliminazione del tetto Isee.

 

Con la pubblicazione della Legge di Bilancio 2022 in Gazzetta Ufficiale, è divenuta definitiva la proroga dei benefici previsti nell’ambito del Superbonus 110%, con le nuove scadenze e percentuali di detrazione.

Per le abitazioni unifamiliari, infatti, la scadenza è fissata al 31 dicembre 2022 senza ulteriori vincoli rispetto a quelli 2021, mentre per i condomini c’è la proroga fino al 2025 ma con con riduzione progressiva dello sgravio o del credito, che si attua a partire dal 2024.

Il Superbonus 2022 resta al 110% fino al 2023, scende al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025 per i lavori effettuati dai condomìni, da persone fisiche su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate e per le onlus.

 

Superbonus 110% 2022, le novità

Il Superbonus 110% resta l’incentivo più pesante. Del resto nel 2021 l’agevolazione ha alimentato lavori per 16,2 miliardi.

Tra le novità del Superbonus 2022 110% c’è l’eliminazione del tetto Isee per le villette che potranno usufruire della misura per tutto il 2022 effettuando almeno il 30% dei lavori entro il 30 giugno del nuovo anno.

E’ prevista anche una proroga al 2025 per tutti gli interventi di manutenzione eseguiti in comuni che sono stati colpiti da eventi sismici a partire dal 2009.

Inoltre, il legislatore ha deciso per l’equiparazione fra lavori trainanti e quelli trainati.

Le modalità con cui avvantaggiarsi del Superbonus 110% restano le stesse: la detrazione Irpef in dichiarazione dei redditi spalmata su cinque anni, lo sconto in fattura da parte dei fornitori e la cessione del credito a banche o intermediari finanziari.

Per i condomini e le persone fisiche viene prevista una proroga al 2025 con una progressiva diminuzione della percentuale di detrazione (dal 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 fino al 65% per quelle sostenute nell’anno 2025).

 

Aliquote e scadenze Superbonus 110%

Il Superbonus resta al 110% fino al 2023, scende al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025 per i lavori effettuati dai condomìni, da persone fisiche su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate e per le onlus.

Per i lavori effettuati da persone fisiche sulle villette (unità monofamiliari), la detrazione resta al 110% fino al 31 dicembre 2022, purché entro il 30 giugno sia stato raggiunto il SAL del 30% degli interventi previsti.

Per gli IAAP (istituti autonomi case popolari) e le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, la proroga è fissata al 2023 a condizione che il SAL di fine giugno raggiunga l’obiettivo del 60% dei lavori.

Per gli interventi nei territori colpiti da eventi sismici dal 1° aprile 2009 con stato di emergenza, la detrazione resta al 110% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2025.