Super Green Pass al lavoro e riaperture delle scuole, le scelte del Governo

da | 4 Gen 2022 | Coronavirus, Lavoro-HR

Super Green Pass al lavoro e ritorno a scuola: le scelte del Governo ed i nodi da sciogliere. Cdm previsto per domani.

 

Super Green Pass per lavoratori

L’obbligatorietà del vaccino per i lavoratori sembra sempre più certa.

Tale stretta potrebbe arrivare già dal Consiglio dei Ministri di domani 5 gennaio, al fine di rendere obbligatorio il Super Green Pass nei luoghi di lavoro, e quindi solo per i guariti dal Covid e per i vaccinati, tenendo fuori chi può certificare l’assenza del virus con il solo esito di un tampone negativo.

L’obbligo del certificato verde rafforzato è al momento già pronto per i dipendenti della Pubblica Amministrazione che mancano all’appello: una platea di circa 950mila lavoratori, considerando che per le forze dell’ordine, per la scuola ed il mondo della sanità l’obbligo è già attivo.

Il premier Mario Draghi sembra volere una soluzione il più condivisa possibile, senza arrivare a troppe divisioni. Quindi, il nodo da sciogliere nelle prossime 48 ore dal Governo sarà l’estensione dell’obbligo anche nel comparto privato, raggiungendo tutti i lavoratori, nessun escluso.

 

Scuola e mascherina Ffp2

In merito alla scuola, il Governo sta cercando di scongiurare in tutti i modi l’eventualità di posticipare la ripresa delle lezioni scolastiche di una o due settimane, confortato dalla posizione di numerosi Governatori che chiedono continuamente la ripresa della scuola tra il 7 e il 10 gennaio.

Le Regioni, infatti, stanno lavorando ad eventuali nuove proposte da sottoporre al Governo in vista della riapertura delle scuole dopo la pausa natalizia e in considerazione dell’incremento dei casi a livello nazionale.

Starebbero ragionando innanzitutto su una possibile distinzione tra le diverse scuole, infanzia, primaria e secondaria, e su differenti soglie relative al numero di casi che farebbero scattare una quarantena per l’intera classe.

La scelta di lasciare aperte tutte le attività scolastiche striderebbe però con una chiusura delle scuole, anche perché l’adesione dei ragazzi alla campagna vaccinale è molto alta.

Ma, se davvero i numeri dei contagi avranno un’ulteriore impennata nei prossimi giorni, non è da escludere l’utilizzo delle mascherine FfP2 e il potenziamento dell’attività di screening che il commissario Figliuolo si è impegnato a portare avanti grazie all’ausilio dei militari.

Tag:

Pubblica la tua notizia!

Pubblica autonomamente il tuo articolo o comunicato stampa.