Condivisione

Il vaccino Sputnik V verrà prodotto in Italia, siglato l’accordo tra il fondo governativo Russo e la società ADIENNE Pharma&Biotech

 

Attraverso un comunicato stampa, la Camera di Commercio italo-Russa (CCIR), informa di aver promosso degli incontri tra imprese italiane ed europee con le controparti istituzionali russe per verificare le opportunità in termini di cooperazione relative alla produzione del vaccino russo Sputnik V in Italia, al fine di contribuire allo sviluppo della collaborazione economica, commerciale, tecnica, giuridica, scientifica e culturale tra l’Italia e la Federazione Russa già dal mese di ottobre 2020, con il supporto dell’Ambasciata Italiana a Mosca.

Sul sito della CCIR si legge che nelle scorse ore l’amministratore delegato Kirill Dmitriev del Russian Direct Investment Fund (RDIF) ha confermato di aver raggiunto un accordo con l’azienda ADIENNE Pharma&Biotech per la produzione dello Sputnik V in Italia, siglando il primo contratto europeo per la produzione locale del vaccino.

La partnership permetterà di avviare la produzione già dal mese di luglio 2021, producendo 10 milioni di dosi entro la fine dell’anno, oltre ad aiutare la creazione di nuovi posti di lavoro, permettendo all’Italia di controllare l’intero processo di produzione del vaccino.