Spettacoli a Milano dal 18 settembre al 2 ottobre, Milano OFF fringe festival

da | 11 Set 2022 | Eventi a Milano

Milano OFF fringe festival, spettacoli a Milano dal 18 settembre al 2 ottobre. In due settimane 52 spettacoli e 84 incontri gratuiti tra focus, workshop, musica e danza per un totale di oltre 300 eventi diffusi sul territorio milanese.

 

Spettacoli a Milano dal 18 settembre al 2 ottobre grazie alla quarta edizione del Milano OFF fringe festival, che quest’anno rientra tra i progetti selezionati e finanziati dal Comune di Milano, grazie al sostegno del MIC, tramite il bando “Milano è viva“, nato con l’obiettivo di valorizzare la vivacità delle reti culturali dei quartieri e la ricchezza culturale di tutto il tessuto urbano.

 

Milano OFF fringe festival – Spettacoli a Milano dal 18 settembre al 2 ottobre

Dopo l‘ultima edizione del 2019, Milano OFF fringe festival ritorna, sempre con la direzione artistica di Renato Lombardo e Francesca Vitale, fondatori dell’associazione culturale e artistica Milano off, con un programma molto ricco, coinvolgendo una vasta rete di quartieri, fino a garantire la sua presenza nella maggior parte dei municipi milanesi.

Con il sostegno del Comune di Milano e il patrocinio di Regione Lombardia, municipi 1, 3, 4, 8, 9 e Corpo consolare di Milano e della Lombardia, il festival sarà diffuso sul territorio in 15 spazi performativi con spettacoli che vanno dalla prosa ai monologhi alle commedie a cui si aggiungono altri nove spazi per gli eventi definiti “Off dell’Off”: spettacoli, focus, musica, poesia, dibattiti, libri, sport, danza.

 

Gli spettacoli a Milano nei municipi 1, 3, 4, 8 e 9

Cinquantadue spettacoli di altrettante compagnie nazionali e internazionali (selezionate con il bando al quale hanno aderito oltre 180 compagnie) e altri 84 eventi coinvolgeranno strutture teatrali, location non convenzionali, associazioni, enti e istituzioni, dal centro alla periferia.

Quattro le sezioni del festival:

La serata In per inaugurare il festival, il 18 settembre presso Società Umanitaria alla presenza delle istituzioni e dei testimonial Pamela Villoresi, Enrico Intra, Raul Cremona, Matthias Martelli, Enrico Rava e Tindaro Granata che nell’occasione verrà premiato dall’associazione Valore Italia con una scultura dell’artista Osvaldo Moi;

Off fringe ovvero la programmazione diffusa di tutti i 52 spettacoli partecipanti al festival;

Village off alla Fabbrica del vapore, punto informativo e di incontro tra compagnie, operatori, turisti e luogo di spettacoli e iniziative quali speed dates, focus, workshop, concerti e show cooking.

Nello spazio esterno inoltre sarà presente una installazione, l’opera in movimento Ninfe di Osvaldo Moi, un gruppo scultoreo di bimbi e bimbe danzanti realizzati in polistirolo, resina, stoffa e alluminio. Mentre all’interno verrà allestita una mostra di opere di giovani artisti a cura dell’associazione Overart;

Off dell’off, le 84 iniziative culturali gratuite disseminate in vari punti della città.

Gli spettacoli in scena affrontano varie tematiche: da rivisitazioni dei classici al tema delle famiglie omogenitoriali, da chi lascia drammaticamente la propria terra all’anoressia, dalla convivenza con uno stato di malattia al sognante mondo dei clown e poi danza e stand up comedy, studi su Dante, magici racconti nordafricani; si svolgeranno dal giovedì alla domenica (22/23/24/25 e 29/30/1/2) con tre opere al giorno (pomeriggio, preserale e serale) con orari alternati in ciascuno dei 15 spazi:

Fabbrica del vapore (Sala Fringe e Sala Donatoni), Società Umanitaria, Museo arte e scienza, Casa museo Spazio Tadini, Teatro Martinitt, Fabbrica di lampadine, Factory32, Teatro Guanella, Imbonati11 Art hub, (Sala Nonsoloteatro e Sala Microteatro), Isolacasateatro, C.I.Q. Centro internazionale di quartiere, Wow Spazio museo del fumetto, TENCITT // Cantina piemontese.

Durante le altre giornate e per tutto il periodo del Festival si svolgeranno i focus, gli incontri, le presentazioni e tutto il programma dell’Off dell’Off, attività offerte gratuitamente alla città per condividere con il pubblico tematiche scelte con l’attenzione rivolta a ciò che è il sentire, il voler comprendere e apprendere: il virtuoso concerto con i disabili, spettacoli sulla violenza economica verso le donne, i Focus dedicati agli errori giudiziari e all’identità di genere, ma anche seminari per attori condotti dagli operatori esteri che saranno presenti al festival.

Tra le altre iniziative, una piccola attenzione è data anche agli amici a quattro zampe, con due repliche di spettacoli “Pet friendly”.

Autore: Marco Marasco