Partner e pubblicità

Milano, 4 settembre 2020 – “Apprendiamo con grande soddisfazione della scelta del Governo di candidare Milano a ospitare il Tribunale Unificato dei Brevetti e di affidare a Torino il Centro Nazionale per l’Intelligenza Artificiale. L’unica decisione possibile: se l’Italia vuole davvero provare a vincere questa importante partita, non poteva che travalicare gli interessi dei singoli territori a vantaggio del Paese.

Parliamo di due città di riferimento per l’industria italiana che sono certo dimostreranno, anche in questa occasione, di saper fare sistema per il successo e lo sviluppo di entrambe le realtà” ha dichiarato Alessandro Spada, Presidente di Assolombarda.

“Appare evidente come Milano rappresenti, infatti, la sede più naturale per ospitare questa istituzione – ha proseguito Spada –. Non solo per numero di brevetti: delle 4.456 richieste presentate dall’Italia presso lo European Patent Office nel 2019, il 21% (940) provengono da qui e si arriva al 34% (1.493) guardando solo la Lombardia, la quale ha registrato un tasso di crescita del +20% dal 2014, un risultato che supera quello della Baviera.

Partner e pubblicità

Ma anche per ricettività, collegamenti e presenza di multinazionali. A Milano hanno sede 4.700 multinazionali estere, ben un terzo di quelle presenti in Italia, che occupano 501mila persone e generano 236 miliardi di fatturato. Oltre alla solida vocazione di Milano proprio nell’ambito delle Life Sciences, nell’incrocio tra industria della salute, università, poli ospedalieri, ricerca”.

LEGGI ANCHE:  Andersen International School, telecamere in caso di didattica a distanza

“In questa logica – ha concluso Spada –, insieme con le altre associazioni di impresa, le istituzioni e gli altri attori del territorio, abbiamo scritto nelle scorse settimane a Conte affinché l’Italia giocasse la carta Milano. Vincere questa partita va a vantaggio dell’intero Paese: uno straordinario impulso per tutti a innovare”.

“Ora abbiamo il dovere di lavorare insieme come una squadra: tifiamo Milano, tifiamo l’Italia”.

Condividi questo articolo!