Partner e pubblicità

Un’idea che rivoluzionerebbe e semplificherebbe le varie scadenze delle partite Iva, quella di Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle Entrate

 

Dall’Agenzia delle Entrate arriva una proposta che potrebbe risolvere il problema della giungla fiscale delle partite Iva, semplificando le diverse scadenze per tributo e imposta, affinché non vengano più strozzate dal fisco.

La proposta punta a concentrare tutte le scadenze in una sola rata mensile, capovolgendo la situazione attuale, in quanto molto articolata e basata su troppe scadenze: Irpef, Irap, Iva, Imu, Tari, bollo, concessioni e altro ancora, qualora ci siano anche dei dipendenti.

Partner e pubblicità

Si eliminerebbe, di fatto, tutto il meccanismo attuale di acconti e saldi, nonché sui redditi del lavoro autonomo, evitando persino di far sorgere dei crediti d’imposta versata che il fisco dovrebbe successivamente rimborsare, basandosi su prelievi mensili che servirebbero ad evitare la mancanza di liquidità.

LEGGI ANCHE:  Federimpreseitalia lancia l’allarme sulla crisi economica anche per il 2021

Riassumendo, sarebbe di fatto un nuovo modo di pagare le tasse, affinché sia possibile prevenire in futuro situazioni come questo ingorgo fiscale di luglio che preoccupa molto tutto il settore produttivo nazionale.

Partner e pubblicità
Condividi questo articolo!