Partner e pubblicità

Il decreto agosto prevederà un incentivo a favore della ristorazione che consiste nel rimborsare il 20% dell’importo pagato. Ma ci sarà un tetto massimo.

 

Una delle misure che probabilmente sarà introdotta nel decreto agosto, ormai in arrivo, è quella dedicata ad uno dei settori più colpiti dal lockdown: la ristorazione.

L’incentivo consiste nella restituzione del 20% del conto pagato al ristorante, avente un tetto massimo ancora in definizione, nel periodo tra settembre e dicembre 2020, esclusivamente sui pagamenti avvenuti elettronicamente.

Nell’incentivo dovrebbero rientrare anche le trattorie, gli agriturismi e le tavole calde.

Partner e pubblicità

Tale misura è molto simile a quella adottata dal governo inglese, il quale provvede alla restituzione della metà dell’importo pagato nei bar e ristoranti, entro 5 giorni dall’avvenuto pagamento.

“Eat out to help out” è il nome del programma inglese in funzione dal lunedì al mercoledì, ma rispetto all’incentivo italiano, oltre ai tempi di pagamento diversi, il metodo “cashless” è molto utilizzato e diffuso, mentre in Italia non piace alle associazioni di categoria l’obbligo del pagamento attraverso carte di credito e bancomat, a causa dei tassi molto elevati.

Nel nuovo pacchetto di misure per bar e ristoranti dovrebbe rientrare anche la proroga dell’esenzione della Tosap per mantenere i tavolini all’aperto grazie a un fondo di garanzia per gli affitti delle attività ancora in crisi.

Condividi questo articolo!