fbpx
Pubblicità

Vaccini in discoteca in occasione della riapertura in Zona Bianca: la proposta del Gen. Figliuolo per l’estate 2021. Riaprono le discoteche ma non si potrà ballare.

 

Non si fermano le proposte e le idee del commissario straordinario per l’emergenza Covid, Gen. Figliuolo, al fine di incentivare sempre più la campagna vaccinale nel nostro paese.

Il target, ora, sembrerebbe essere la platea dei giovani, in occasione della riapertura delle discoteche, uno dei settori più colpiti dalla pandemia e che ora potrebbe riavere un po’ di ossigeno.

Pubblicità

La possibile riapertura delle sale da ballo, infatti, potrebbe essere l’occasione giusta per vaccinare i giovani direttamente in discoteca.

A tal riguardo, la struttura commissariale per l’emergenza Covid, del Gen. Figliuolo, ha inviato alle Regioni e al Comitato Tecnico Scientifico il protocollo sperimentale di Silb (Associazione Italiana Imprese di Intrattenimento da Ballo e di Spettacolo) per la ”riapertura in sicurezza del settore dell’intrattenimento danzante nella piena compatibilità con la tutela della salute di utenti e lavoratori”.

Inoltre, nella email viene rappresenta ”la disponibilità degli utenti del settore stesso a poter contribuire attivamente alla campagna vaccinale nazionale anti covid, con un’attenzione dedicata al settore giovanile”.

 

Riapertura discoteche in Zona Bianca, ma senza ballare

In base al prossimo monitoraggio settimanale sui contagi, le discoteche presenti nelle Regioni che si preparano per prime ad essere annoverate in Zona Bianca, come il Friuli Venezia Giulia, il Molise e la Sardegna, probabilmente riapriranno.

Frigoriferi Hisense Skyline, aumento della capienza ma non dell’ingombro

Il provvedimento, al quale stanno lavorando i governatori delle Regioni, riguarda proprio la riapertura di tutte le attività da lunedì prossimo, ma nel rispetto delle linee guida anti Covid.

Proprio per questo, i gestori delle discoteche saranno autorizzati ad effettuare il servizio bar e ristorante nei locali, ma senza concedere la possibilità di ballare in pista per non creare assembramenti.

 

Zona Bianca rafforzata per evitare un “effetto Sardegna”, le misure anti movida delle Regioni.

Viene chiamato “effetto Sardegna” il caso verificatosi nella Regione che passò da Zona Bianca a Zona Rossa in pochi giorni, registrando velocemente un aumento di casi positivi.

È quindi necessario scongiurare l’effetto, che potrebbe crearsi anche nelle altre Regioni d’Italia, attraverso un’eventuale Zona Bianca rafforzata, nel caso l’incidenza dei casi superi i 50 ogni 100mila abitanti. LEGGI TUTTO

Pubblicità