ResIOT, la prima piattaforma Made in Italy per l’integrazione 4.0 e la smart city

da | 29 Nov 2021 | Imprese

La rivoluzione di ResIOT: la prima piattaforma Made in Italy per l’integrazione 4.0 e la smart city. Consente di raccogliere dati per azioni di monitoraggio e per l’automazione delle industrie e delle città intelligenti.

 

Trovare risposte a domande ancora non formulate. Con l’ambizione e l’esigenza di anticipare le dinamiche di mercato nel mondo dell’IoT, è stata creata ResIOT, la prima piattaforma mondiale – ideata e realizzata in Italia – per reti LoRaWANTM/LPWAN.

Un sistema che permette di integrare da poche unità fino a diverse migliaia di sensori, per abilitare tecnologie per l’industria 4.0 e per la smart city, migliorando l’efficienza energetica.

ResIOT è sviluppata sul modello delle telecomunicazioni e già dal nome rivela la sua resilienza. Da più punti di vista: come rete progettata per poter evolvere di pari passo con la tecnologia, e come sistema scalabile, sul quale gli utilizzatori possono integrare di volta in volta nuovi sensori e nuove funzionalità, per rispondere alle esigenze che cambiano.

Si tratta di una piattaforma complessa per la quantità di applicazioni a cui dà accesso, ma semplice nell’utilizzo: i dati raccolti dai sensori, facili da installare, vengono inviati al gateway e mostrati tramite dashboard. Possono poi essere inviati ad altri sistemi oppure sfruttati per generare alert e segnali specifici.

 

Cosa permette di fare

ResIOT consente, attraverso la sensoristica, di raccogliere dati per azioni di monitoraggio e per l’automazione delle industrie e delle città intelligenti.

Può essere sfruttata per l’automazione e la raccolta dati nella smart city, ad esempio:

  • monitoraggio dei livelli di PM 2.5 all’interno degli ambienti;
  • automatizzazione dell’irrigazione pubblica;
  • gestione dell’illuminazione indoor oppure outdoor;
  • monitoraggio e gestione degli smart parking;
  • monitoraggio e gestione dello smart lighting;
  • monitoraggio del livello dei fiumi.

Può essere utilizzata per la manutenzione predittiva nell’industria:

  • monitoraggio dei fermi macchina;
  • rilevazione delle vibrazioni dei macchinari;
  • conteggio dei pezzi prodotti.

Non solo software, però. ResIOT significa anche gateway e tutta la componente hardware in cui installare i programmi di raccolta dati attraverso configurazioni veloci ed efficienti, perché nell’universo ResIOT hardware e software parlano la stessa lingua.

 

Che cosa cambia rispetto a prima?

La risposta in tre parole: integrazione, scalabilità, semplicità.

Continuità di filiera. Tradotto: tutto in uno. ResIOT produce internamente hardware e software per reti LPWAN e rispetto ai concorrenti fornisce una soluzione completahardware, software e servizi totalmente integrati e dialoganti – oltre ad altri plus come progettazione di reti, gestione e manutenzione. È questa sinergia tra materiale e immateriale, componenti fisiche e programmi di gestione e manutenzione, a garantire potenza e affidabilità: essendo ResIOT lo stesso produttore sia di software che di dispositivi hardware, la compatibilità fra di loro è al 100%, con la possibilità di offrire automatismi integrati e già pronti all’uso. Un risparmio di tempo e risorse: con gli altri sistemi sono necessari diversi passaggi prima di arrivare a una configurazione efficace e soprattutto è necessario trovare prodotti compatibili fra loro.

Scalabilità. È una piattaforma che evolve e che consentirà, tanto in futuro quanto oggi, di integrare qualsiasi funzionalità utile per raggiungere gli obiettivi preposti. Un vantaggio anche in termini di costi, con la possibilità di integrare diverse funzioni, quando e se necessarie. Anche il prezzo, quindi, varia in base al pacchetto servizi-prodotti: dai pochi euro al mese di chi, per uso industriale, necessita solo di alcuni device, a qualche migliaio di euro all’anno, per esempio per le compagnie di telecomunicazioni. Le tariffe variano anche in base ai modelli e al loro uso: fra i 200 e 350 euro per versioni da interno, 500/750 euro per le versioni da esterno, mentre i IP67 di tipo carrier-grade, di alto livello, arrivano anche a 2500 euro.

Un sistema che semplifica la vita. Con ResIOT la complessità è resa semplice attraverso formule che facilitano l’utilizzo dei sistemi, consentendo all’azienda di concentrarsi sulla massimizzazione del risultato anziché sulla gestione del processo. Caratteristica a cui si affiancano l’immediatezza nella configurazione e il costante supporto tecnico fornito.

Resiot
Email: info@resiot.io
Link: https://www.resiot.io/