Recovery plan, via libera dalla Commissione Europea ai fondi del Next Generation Eu

da | 9 Giu 2021 | Governo e Politica

Recovery plan: dalla prossima settimana la Commissione europea comincerà ad approvare i piani nazionali ricevuti utilizzando i fondi del NextGenerationEu.

 

Ursula Von der Leyen, in un suo intervento a Strasburgo in merito al Recovery plan, ha annunciato che dalla prossima settimana la Commissione Europea darà il via libera ai primi piani nazionali di ripresa e resilienza, confermando l’accelerazione nei tempi di valutazione dei 23 piani nazionali arrivati, i quali che daranno diritto a ricevere finanziamenti nell’ambito dello strumento per la ripresa e la resilienza, al fine di permettere ai cittadini di vivere in maniera sempre più sostenibile, digitale e resiliente.

Il Presidente della Commissione europea ha spiegato che gli europei sono pronti a nuovo inizio, ed è proprio questo il futuro che l’Europa vuole costruire con NextGenerationEu, ringraziando i parlamentari, i 27 Stati membri e gli oltre 300 colleghi della Commissione Eu, i quali hanno tutti lavorato giorno e notte per riuscire ad approvare i piani.

A tal riguardo, la Von der Leyen ha dichiarato: “Abbiamo varato misure finanziare senza precedenti in un tempo record. Next Generation Ue dà la possibilità di usare centinaia di miliardi. Vale 750 miliardi euro: il più grande piano di ripresa dal piano Marshall. Siamo riusciti ad avere successo perché non ci siamo divisi. L’unica soluzione era contrastare la pandemia come Unione europea”.

 

Cos’è il NextGenerationEu

NextGenerationEU è uno strumento temporaneo per la ripresa da 750 miliardi di euro, che contribuirà a riparare i danni economici e sociali immediati causati dalla pandemia di coronavirus per creare un’Europa post COVID-19 più verde, digitale, resiliente e adeguata alle sfide presenti e future.

Il dispositivo per la ripresa e la resilienza è il fulcro di NextGenerationEU, e metterà a disposizione 672,5 miliardi di euro di prestiti e sovvenzioni per sostenere le riforme e gli investimenti effettuati dagli Stati membri europei.

L’obiettivo è attenuare l’impatto economico e sociale della pandemia di Coronavirus e rendere le economie e le società dei Paesi europei più sostenibili, resilienti e preparate alle sfide e alle opportunità della transizione ecologica e di quella digitale.


Condividi l'articolo!

Potrebbero interessarti: