Pubblicità

Diamo il benvenuto nel network a Stefano Ramponi, titolare della tipografia Ramponi Arti Grafiche. Da tre generazioni si occupa di stampa, una tipografia in continua evoluzione che mantiene il gusto e la competenza del passato. L’intervista

 

In questo momento storico in cui il digitale imperversa, cosa significa difendere un business che ancora ci regala prodotti fisici in grado di emozionare?

Significa raccogliere una sfida ogni giorno più impegnativa, in un mercato divenuto estremamente selettivo e dove solo le aziende con un alto livello di competenza e professionalità possono restare competitive. Significa difendere un’eccellenza e una tradizione tutta italiana, che da sempre ci invidiano e tentano di copiarci in tutto il mondo, quella dell’artigianalità, del saper fare e soprattutto del saper fare bene.

 

Stefano, ci racconti cosa significa per te questa tipografia di famiglia?

Gioie e dolori, momenti difficili e soddisfazioni, sveglie all’alba e nottate di lavoro per finire in tempo il giornale, ma anche commozione per la segretaria che va in pensione dopo 40 anni, brindisi natalizi, cene e feste di compleanno, perché come spesso accade nelle aziende di famiglia, è molto sottile il confine tra la vita privata e quella lavorativa, tra i dipendenti e i titolari.

Pubblicità

La Ramponi Arti Grafiche rappresenta insomma la storia stessa della mia famiglia a cui è legata proprio dal nome, a partire da quello di mio nonno che la fondò ormai quasi 90 anni fa, passando attraverso quelli di mio padre e di mio zio che l’anno fatta crescere per lasciarla a me, che rappresento la terza generazione di un mestiere che, come dice il nome stesso, per noi è ancora un’arte.

[the_ad id=”12551″]

Qual è il posizionamento rispetto ai macro temi ambientali a cui tutte le aziende sono chiamate a prendere posizione, come per esempio la sostenibilità?

Sono temi imprescindibili per qualsiasi imprenditore responsabile perché fare impresa di successo oggi non significa più solamente fare profitti.

In azienda abbiamo adottato ormai da alcuni anni un sistema di produzione delle lastre stampa totalmente green, eliminando di fatto tutti gli additivi chimici legati alla fase di sviluppo e fissaggio nel reparto prestampa, e sostituendoli con un processo termico totalmente a secco.

Ma l’impegno per l’ambiente va ben oltre, grazie al nostro impianto fotovoltaico siamo in grado di autoprodurci energia pulita per circa il 60% del fabbisogno, utilizziamo esclusivamente inchiostri a base vegetale e almeno l’80% della carta che acquistiamo deriva da foreste sostenibili, dove viene osservato un rigoroso programma di riforestazione.

Tradizione, innovazione e rispetto dell’ambiente ti hanno portato a creare un nuovo prodotto: il porta mascherine totalmente made in italy, ci spieghi il perché del prodotto?

L’idea è nata vedendo mia figlia di 8 anni mettere in cartella la mascherina di scorta per la scuola, ovviamente buttata in mezzo a libri e quaderni senza nessuna precauzione. Il pensiero di dove venisse appoggiata o riposta la mascherina quando non indossata mi ha portato a pensare ad uno strumento che la proteggesse, in cui riporla senza rischio di sporcarla e che potesse facilmente essere ripulito e igienizzato.

[the_ad id=”12551″]

Dopo aver cercato in rete e aver trovato solo poche custodie in plastica, trasparenti e anonime e per la verità piuttosto tristi mi è venuta l’idea di realizzarlo, è già che c’eravamo di farlo anche esteticamente piacevole.

Da lì è stato facile e dopo alcune prove e prototipi per arrivare ad uno strumento funzionale, pratico e resistente, abbiamo realizzato i primi astucci con linee grafiche differenziate per bambini, bambine e adulti.

Ora bisognava trovare qualcuno per testarne resistenza e praticità, e chi meglio dei bambini rappresenta il più severo banco di prova? Così li abbiamo regalati a tutti i compagni di classe di mia figlia, che divertendosi a piegarli e ripiegarli hanno imparato l’importanza di proteggere e salvaguardare la loro mascherina.

RAMPONI ARTI GRAFICHE
Via Trieste 88, 23100 Sondrio
Tel. +39.0342.212120
Email: info@ramponiartigrafiche.it
Web: www.ramponiartigrafiche.it
Scheda aziendale e recensioni: Ramponi Arti Grafiche

Pubblicità