Premiazioni del concorso “Belée e Gargoyle del Castel” a Milano

da | 21 Giu 2022 | Eventi e Fiere

Si sono svolte, nella meravigliosa cornice del Castello Sforzesco, le premiazioni del concorso “Belée e Gargoyle del Castel” promosso da Confartigianato Milano e la scuola di formazione Galdus, in collaborazione con il Comune di Milano e Municipio 1.

Dodici i progetti presentati, opera di allievi della scuola Galdus, ispirati dalle forme e dalla storia di uno dei simboli per antonomasia della città: una Commissione di esperti ne ha espresso una valutazione tecnica e descrittiva per assegnare riconoscimenti a giovani talenti che si sono cimentati nella progettazione di gioielli che rappresentino e riproducano un elemento del monumento meneghino.

“Ci stiamo impegnando molto affinché scuola e impresa s’incontrino e i ragazzi possano riconoscere nelle MPI e nelle aziende artigiane un luogo dove portare il loro contributo di competenze, creatività e valore – spiega la Presidente di Confartigianato Milano, Arianna Petra Fontana La questione del senso del lavoro è al centro delle nostre riflessioni e siamo convinti che, a questo proposito, le piccole imprese abbiano molto da dire e da dare, con il connubio di tradizione e capacità innovativa e la tipica modalità di rapporto con i dipendenti come parte della famiglia. Con Galdus, ma non è l’unico esempio virtuoso a Milano, il gap tra scuola e imprese è sorpassato, con i nostri imprenditori ad occuparsi di alcune docenze e i ragazzi ad impegnarsi con la formazione on the job”.

“Siamo molto soddisfatti di avere contribuito a realizzare questa iniziativa finalizzata a valorizzare il talento artistico dei giovani e il patrimonio culturale della nostra città. È solo la seconda edizione, ma ha tutte le caratteristiche per diventare una bella tradizione che nel tempo non mancherà di ricevere il giusto riconoscimento. Riteniamo fondamentale, infatti, che tutti conoscano l’esistenza di queste forme artistiche e di scuole in grado di rispondere ai desideri di tanti giovani appassionati a questo mestiere; abbiamo grandi ambizioni di crescita e di offrire formazione di qualità a un numero sempre maggiore di ragazzi, per poter rispondere al crescente fabbisogno di personale espresso dalle aziende del settore” spiega Stefano Bertolina, Direzione Alta Formazione di Galdus.

“Le artigiane e gli artigiani orafi sono un’eccellenza di Milano e del Centro Storico – dichiara Mattia Abdu, Presidente del Municipio1 del Comune di Milano – questo premio è espressione di come la scuola si innesti col lavoro e un aiuto per l’acquisto degli strumenti, seppur piccolo, può mettere le basi e incoraggiare l’avvio di una professione artigiana che dobbiamo, oggi più che mai, preservare e incoraggiare”.

L’attività dei maestri artigiani ha una specificità che non si esaurisce nel solo esercizio commerciale ma si fa anche portatrice della cultura e della storia della collettività, essendone testimone e partecipante attiva ancora oggi.

“Milano è storicamente una città di artigiani e fin dal Medioevo, le maestranze milanesi sono state chiamate in tutta Europa per realizzare importanti manufatti; i maestri artigiani tramandano di generazione in generazione un sapere e delle tradizioni che sono patrimonio storico-culturale e di operosità per Milano; bisogna tenere conto di questo importante ruolo culturale che rappresenta anche l’identità della nostra città” aggiunge Alessia del Corona, Assessore alla cultura del Municipio1.

“Siamo felici che il Castello Sforzesco sia stato scelto come tema per la seconda annualità del concorso per giovani orafi, non solo per la popolarità della sua architettura, che come abbiamo visto ha ben ispirato la creatività dei nostri giovani artisti, ma anche perché all’interno del Castello, nelle raccolte di arte decorativa – tra le più importanti in Italia – si conservano opere di orafi del passato antichi e moderni, come i celebri maestri Bellosio e Ravasco” dice Claudio Salsi, Soprintendente del Castello Sforzesco e Direttore dei Musei Archeologici e Storici del Comune di Milano.

Il podio di “Belée e Gargoyle del Castel”

Primo classificato il progetto Radia Magna, una parure di gioielli ispirata ad alcuni particolari figurativi e architettonici del Castello, in particolare i Torrioni di Santo Spirito e del Carmine, nonché il Sole raggiante raffigurante il potere ducale. La parure è composta da tre gioielli prêt-à-porter e un anello di alta gioielleria.

Secondo classificato Spot, una parure che riprende il concetto della freccia che, nel tiro con l’arco, colpisce il centro del bersaglio. La collana richiama la forma della torre del Castello e rappresenta la sfida “a colpire Milano al cuore” mentre gli anelli rivisitano il guantino dell’arciere.

Terzo classificato Fons, bracciale semirigido in oro bianco con smeraldi. La forma esterna è ottagonale e l’interno ovale; due elementi rigidi incernierati e chiusura a cassetta. Sulle facce ottagonali sono incise delle decorazioni a forma di squama di drago nelle quali sono incastonati a baffetto degli smeraldi da due punti ciascuno. L’elemento di ispirazione del gioiello è la fontana dell’architetto e storico dell’arte Beltrami che diresse i lavori di restauro del Castello alla fine dell’800.

Presenti alla cerimonia di assegnazione dei premi, che ha meritato il patrocinio del Comune di Milano, Mattia Abdu con Alessia del Corona per il Municipio1, il Segretario generale di Confartigianato Enrico Brambilla con la Presidente di Milano Arianna Petra Fontana e il responsabile territoriale Michele Testa, Stefano Bertolina per Galdus con Bruno Spinazzè, membro di giuria insieme a Luigi Poli, vicePresidente di Confartigianato Milano e tra gli ideatori del concorso.

La premiazione

  • 1 classificato buono di €. 1000 Crisogianni Riccardo
  • 2 classificato buono di €. 600 Fornaro Martina
  • 3 classificato buono di €. 400 Quartieri Francesca
  • 4 classificato buono di €. 100 Pacilio Teresa
  • 5 classificato buono di €. 100 Albini Fabio
  • 6 classificato buono di €. 100 Salazar Allan
  • 7 classificato buono di €. 100 Tissena Sara
  • 8 classificato buono di €. 100 Minesso Arianna
  • 9 classificato buono di €. 100 Bardella Sara
  • 10 classificato buono di €. 100 Gastaldo Sara
  • 11 classificato buono di €. 100 Gandini Sarah
  • 12 classificato buono di €. 100 Eyzaguirre Flavia

Pubblica la tua notizia!

Pubblica autonomamente il tuo articolo o comunicato stampa.