Advertisement

Sono iniziati i test di Pfizer sulla pillola anti-Covid per combattere l’infezione direttamente a domicilio. Potrebbe essere disponibile già a fine anno.

 

Sono iniziate le prime fasi dei test sul nuovo prodotto anti-Covid di casa Pfizer per combattere il Coronavirus attraverso una terapia domestica: la pillola anti-Covid.

Il farmaco sperimentale Pfizer, per la cura del Covid-19, potrebbe arrivare già entro la fine di quest’anno, utilizzabile ai primi segni della malattia, e consentirebbe di tener lontano il virus dagli ospedali, limitando appunto il sovraccarico delle strutture sanitarie.

Advertisement
[the_ad id=”29820″]

Come funziona la pillola anti-Covid Pfizer

Al contrario di altri farmaci già esistenti ed utilizzati in precedenza, come il Remdesivir, Lopinavir e Ritonavir, i quali sono risultati incompatibili con le proteasi del SARS-CoV-2, cioè il virus che provoca il Covid-19, la pillola anti-Covid della casa farmaceutica Pfizer verrebbe sviluppata proprio per combattere il virus durante la sua comparsa e non preventivamente sostituendo il vaccino.

Decreto Maggio 2021, rinviata la decisione sulle nuove misure. Nessuna intesa al Governo per coprifuoco, riaperture e matrimoni

Il farmaco, dunque, potrebbe essere distribuito negli Stati Uniti entro la fine del 2021, ma nel frattempo l’azienda continua a testare il vaccino sugli adolescenti dai 12 ai 15 anni.

A tal riguardo, Albert Bourla, CEO di Pfizer, si mostra molto ottimista sulla possibile autorizzazione del vaccino Pfizer anche per i giovani se i test clinici daranno risultati positivi e se avverrà l’approvazione della Food and Drug Administration.

Advertisement