Partner e pubblicità

Due emendamenti, approvati dalla commissione Finanze alla Camera, che riguardano le modalità di pagamento del bollo auto e relativo contrasto all’evasione di questa tassa; si pagherà con il sistema PagoPA

 

Il primo emendamento prevede che dal 1° gennaio 2020 il bollo della propria auto potrà essere pagato solo attraverso PagoPA; un sistema di pagamento verso la Pubblica Amministrazione da utilizzare direttamente sul sito internet e sull’APP oppure attraverso gli sportelli ATM, banche e uffici postali.

Sarà possibile utilizzare tale sistema anche attraverso il proprio home banking e persino nei punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5.

Il secondo emendamento al decreto fiscale ha invece l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale, approvato dalla Commissione Finanze alla Camera, che introduce una banca dati specifica del bollo auto con l’acquisizione dei dati sul pagamento della tassa automobilistica da parte del PRA (Pubblico Registro Automobilistico) gestito dell’ACI.

Partner e pubblicità

L’emendamento specifica che questo registro digitale dovrebbe consentire a stanare i furbetti del bollo auto mediante il controllo incrociato dei dati dei pagamenti della tassa con la banca dati del PRA.

Condividi questo articolo!