Nuovo record di contagi, il bollettino del 31 dicembre. Altre Regioni in Zona Gialla

da | 31 Dic 2021 | Coronavirus

Nuove record di contagi nelle ultime 24 ore: oltre 144mila i nuovi casi positivi. Solo la Lombardia ne conta oltre 40mila. Dal 3 gennaio altre Regioni in Zona Gialla.

 

Il bollettino dei contagi delle ultime 24 ore segna in Italia 144.243 nuovi casi positivi al Covid a fronte di 1.224.025 tamponi (ieri erano 126.888 su 1.150.352 tamponi).

Il tasso di positività sale dunque a 11,80%, mentre ieri era all’11%.

Il numero dei ricoveri ordinari negli ospedali sale a 11.150, 284 in più rispetto a ieri, mentre i pazienti ricoverati nelle terapie intensive diventano 1.260, 34 in più rispetto a ieri, con 119 ingressi del giorno (ieri 134).

La Regione con il maggior numero di nuovi positivi nelle ultime 24 ore è la Lombardia: 41.458 nuovi positivi.

 

Monitoraggio settimanale dell’Iss

L’Istituto Superiore di Sanità, nel suo monitoraggio settimanale reso noto oggi, evidenzia come l’incidenza in Italia sia raddoppiata, toccando i 783 casi per 100.000 abitanti contro 351 di sette giorni pima.

Dall’ultimo report del governo sono oltre 5,5 milioni gli italiani non vaccinati, senza calcolare la popolazione compresa nella fascia 5-11 anni per cui la campagna di immunizzazione è partita da poche settimane.

 

Regioni in Zona Gialla da lunedì 3 gennaio 2022

Da lunedì 3 gennaio, quindi, anche Lombardia, Piemonte, Lazio e Sicilia passeranno in Zona Gialla, anche se il passaggio non porterà sostanziali differenze per i cittadini rispetto ad ora. Infatti, l’uso della mascherina all’aperto è già previsto dovunque. Ma dalla settimana successiva c’è anche chi rischia di passare in Zona Arancione.

 

Contagi in Lombardia

Un altro record negativo per la Lombardia, la quale registra 41.458 nuovi casi a fronte di 229.055 tamponi.

La percentuale di positività della Regione è pari al 18% contro il 17% di ieri, quando i positivi erano stati 39.152 su 229.059 tamponi.

Nei reparti ordinari i nuovi ingressi sono stati 28 per un numero complessivo di pazienti che arriva a quota 1.859. 17 i pazienti in più nelle terapie intensive che arrivano a 221.