fbpx
Pubblicità

Nuovo Dpcm in arrivo, scatta il coprifuoco nazionale e lockdown locali. Italia divisa in tre aree di rischio. Lombardia e Piemonte le regioni più a rischio

Dpcm 4 novembre, confermato il blocco della circolazione nelle zone rosse

 

Potrebbero essere la Calabria, il Piemonte e la Lombardia le regioni che rischiano di dover adottare le misure più restrittive, compreso il lockdown generale. Piemonte e Lombardia, in particolare, hanno superato la soglia dell’indice di trasmissibilità Rt pari a 2.

Nel prossimo Dpcm verranno indicate le 3 aree di rischio con misure man mano più restrittive e l’inserimento di una Regione, classificata a rischio,  avverrà con un’ordinanza diretta del ministro della Salute.

Pubblicità

Tre i livelli di rischio e quindi di azione: coprifuoco entro le 21 (forse già dalle 18), ulteriore stretta sulle attività commerciali, bar e ristoranti nelle zone più a rischio.

Nel Dpcm, previsto per oggi, dovrebbero esserci anche il blocco degli spostamenti tra regioni, la chiusura dei musei, la didattica a distanza per le superiori ma forse anche per gli studenti della terza media.

Nelle aree a rischio, quelle definite dal tasso Rt superiore a 1,5, i negozi potrebbero chiudere alle 18 e nelle zone in lockdown ci sarà il blocco di bar e ristoranti.

Consentite solo le eccezioni motivate che gli italiani conoscono già molto bene: spostamenti per lavoro, per salute e per comprovata necessità da dimostrate con l’autocertificazione.

[the_ad id=”12551″]
Dpcm 4 novembre, confermato il blocco della circolazione nelle zone rosse

Economia del cibo, la pandemia del Coronavirus riduce gli sprechi

 

Un’indagine di Altroconsumo rivela che dopo il lockdown di marzo gli italiani hanno imparato ad apprezzare il valore delle risorse alimentari: l’84% non tollera gli sprechi e non butta più gli avanzi

 

Un effetto positivo: è quello che arriva all’economia del cibo dalla crisi causata dal Coronavirus. Non stiamo scherzando e, tanto meno, facciamo ironia su un problema così grave come quello della pandemia in corso.

Leggi tutto Economia del cibo, la pandemia del Coronavirus riduce gli sprechi

Pubblicità