Atm e Comune di Milano hanno ottenuto dal Governo i fondi necessari a intraprendere il progetto di ampliamento delle linee metropolitane. La rossa correrà fino allo storico quartiere, mentre M5 collegherà Monza a Settimo Milanese

 

Il Governo ha annunciato lo stanziamento di 210 milioni di euro a favore del prolungamento della linea metropolitana M1 fino a Baggio.

Il ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli, intervenuta all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Politecnico, ha spiegato infatti che l’esecutivo intende sostenere il piano del Comune di Milano teso a sviluppare la rete dei trasporti pubblici urbani e extraurbani, così da diminuire la quantità di traffico causato dalle autovetture e da incrementare la sostenibilità ambientale della città.

Pare, dunque, che M1, la linea metropolitana più antica di Milano, sposterà uno dei due capolinea di tre stazioni e di tre chilometri e mezzo di distanza, giungendo nel cuore del quartiere storico di Baggio e sfiorando i confini del comune limitrofo di Cesano Boscone.

All’altro capo, in un prossimo futuro, la linea rossa estenderà il percorso dall’attuale capolinea di Sesto F.S. fino alla nuova stazione di Monza – Cinisello Bettola.

Ma non finisce qui.

Atm, sull’onda dei lavori in corso per la costruzione della linea M4, che attraverserà tutta la città da est a ovest, punta, fin da subito, a sfruttare le potenzialità della linea M5.

Per potenziare la più giovane delle linee metropolitane attualmente in funzione, infatti, l’azienda è pronta a investire la cifra ragguardevole di 900 milioni di euro per procedere a nuovi scavi, che dovrebbero far sorgere a nord i due capolinea distinti di Monza e di Bresso, a ovest la stazione di Settimo Milanese e, forse, di Magenta.

Infine, anche M3 potrebbe essere interessata da un progetto di ampliamento: si discute di un possibile allungamento dei binari a est verso Paullo e a nord verso Paderno Dugnano.

Condividi questo articolo!
WhatsApp Me!