ESA mostra Milano dall’alto, la mappa delle zone “roventi”

da | 11 Lug 2022 | Meteo

Una mappa di Milano dall’alto che evidenzia le zone roventi diffusa da Esa preoccupa la città: le temperature sono altissime.

 

Che quella del 2022 sarà un’estate rovente lo avevamo già capito ma quello che non ci era chiaro erano le temperature che avremmo dovuto affrontare. I picchi sono davvero altissimi, i condizionatori sono accesi senza sosta e sembra proprio che il cambiamento climatico sia tangibile. A mettere il carico da novanta ESA che mostra Milano dall’alto evidenziando le zone più calde.

 

La mappa di Milano dall’alto diffusa da ESA

ESA ha diffuso tramite comunicato stampa e social una mappa di Milano dall’alto. La nostra città sembra davvero una palla di fuoco non solo nei colori ma anche nelle temperature confermate da questo screening.

L’Agenzia Spaziale Europea ha mostrato questa immagine e l’ha divulgata evidenziando con colori dal giallo al rosso vivo le zone più calde. Le temperature sono roventi: in alcuni punti si arriva fino a 48 gradi.

L’immagine non è recentissima, è stata in realtà scattata nelle giornate più calde di giugno ma è chiaro che il clima stia cambiando ed altrettanto evidente è la rapidità con cui lo sta facendo. Immagini simili sono state diffuse di altre grandi città tra cui Praga e Parigi.

ESA vuole evidenziare con questa diffusione il cambiamento climatico che non è affatto da sottovalutare; ma quali sono le zone più calde di Milano?

 

Le zone più calde di Milano

A salvarsi dalle temperature folli che arrivano a sfiorare i 48 gradi c’è solo Parco Sempione che registra una temperatura accettabile di 35 gradi. Le vie attorno al mercato coperto sembrano invece essere le più calde: è proprio qui che si registrano i 48 gradi.

L’immagine di Milano dall’Alto diffusa da ESA mette sotto gli occhi di tutto come le temperature siano più alte di dieci gradi rispetto alla media. L’ente ha emanato una nota dicendo: “Con temperature più alte di 10 gradi rispetto alla media, giugno 2022 è stato un mese da record per parte dell’Europa. E Milano non fa eccezione.”

La foto, datata 18 giugno, mostra come la temperatura cali leggermente usciti dal centro città dove le temperature sono davvero insopportabili. Le zone più fresche centrali? Quella di Parco Sempione e Bosco Verticale dove comunque si superano i 35 gradi.

Le zone più calde sono invece quelle del mercato coperto ma anche quella della stazione e le strade. Parchi e zone verdi invece tendono ad abbassare la temperatura, soprattutto dove sono presenti anche corsi d’acqua.

I consigli di ESA per migliorare le temperature in città

ESA non vuole certo spaventare le persone che guardano questa foto ma vuole spingere alla maggiore consapevolezza; in primis è evidente come le zone verdi e con acqua siano più fresche ed in secondo luogo come invece quelle eccessivamente asfaltate risultino roventi.

Se dobbiamo combattere il cambiamento climatico è importante avere maggiore efficienza in gestione idrica e ovviamente anche pianificare maggiori zone verdi, anche all’interno della città. In questo modo sarà possibile provare a contrastare le temperature in crescita.

Tag:

Autore: Angelica Losi