Seleziona una pagina

Lockdown leggero: dalle ultime riunioni a Palazzo Chigi è emersa l’intenzione dell’esecutivo di delegare a Comuni e Regioni la scelta di procedere a eventuali misure più restrittive delle attuali per contenere i contagi

 

Sembra tramontata, al momento, la pista del lockdown nazionale paventata dal Governo fino a qualche ora fa.

A prescindere dall’andamento della curva dei contagi da Coronavirus, dunque, l’esecutivo non dichiarerà la chiusura generalizzata di tutta Italia.

È quanto emerge dalla riunione tenutasi ieri tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i capi dei partiti di maggioranza, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro e quello del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli.

Del resto, il Covid c’è: come tener fede all’impegno di contrastarne la diffusione?

O meglio: come conciliare prevenzione della malattia e tenuta di un’economia duramente provata?

La risposta dovrebbe consistere in quello che, nei corridoi di Palazzo Chigi, viene già definito “lockdown leggero”.

In altre parole, si tratterebbe di un piano di interventi mirati ed estemporanei i quali sarebbero indetti non già dal Governo, bensì, all’occorrenza, dai presidenti delle Regioni e dai sindaci dei Comuni, che, in questo modo, disporrebbero di pieni poteri locali per dare adito alle possibili seguenti mosse:

  • Chiusura dei negozi durante il fine settimana
  • Chiusura di bar e ristoranti
  • Lockdown totale dei centri abitati focolai dell’infezione
  • Severe misure anti assembramento all’interno degli spazi pubblici all’aperto

Così facendo, ragionano ai piani alti, l’attività di imprese, fabbriche e professioni riuscirebbe a essere garantita.


Congiunti e zone rosse, arancioni e gialle. Ma è possibile incontrarsi?

Congiunti, le nuove restrizioni dovute alle zone rosse, arancioni, gialle, oltre alla forte raccomandazione del Dpcm. Ma è possibile incontrarsi?

Attraverso l’ultimo Dpcm del governo, l’Italia viene spaccata in 3 aree, suddivise in base al livello di rischio contagi: zone rosse, arancioni e gialle. LEGGI TUTTO

ULTIME NEWS!  Dpcm di Natale, riapertura attività e appello del Governo all’autoresponsabilità

Vaccino contro il Coronavirus, all’Italia 40 milioni di dosi

Nella giornata di oggi la Commissione Europea acquisterà dalla Pfizer-Biontech la prima tranche di razioni della profilassi, di cui al nostro Paese spetta il 13%. Pronta una squadra per la distribuzione nelle Regioni

300 milioni di dosi. È la quantità iniziale di vaccino anti Coronavirus che la Commissione Europea acquisterà oggi, 11 novembre, dalla casa farmaceutica Pfizer-Biontech. LEGGI TUTTO


Diamo spazio e visibilità a professionisti e imprese

Piattaforma di Comunicazione, Formazione e Networking focalizzata sull'informazione per aziende e professionisti, denominati Partner, dislocati in tutto il territorio.

Acquisire autorevolezza e popolarità, aumentare la visibilità della propria azienda, creare sinergie con imprese e professionisti, raggiungere un pubblico mirato con articoli e notifiche: questa è la proposta di MilanoBIZ!


Condividi questo articolo!