LIIA ci racconta “Hold On”, la sua carezza in musica di resilienza

da | 13 Set 2023 | Musica

Ciao LIIA, come ti definiresti nella vita di tutti i giorni?

Indaffarata, disponibile, vera, leale, impegnata, madre di due figli.

Ritieni ci siano delle differenze tra chi sei nella quotidianità ed il tuo personaggio?

Si, sul palco mi sento più libera e tranquilla. Posso isolarmi dal resto del mondo ed esprimermi appieno.

Cosa ti ha spinto a dar vita al tuo progetto artistico?

La voglia di realizzare un mio sogno nel cassetto. Per non aver rimpianti di non averci provato. Non nascondo che non sempre è facile, ma sono felice per come sta andando.

Chi sono i tuoi artisti di riferimento?

Norah Jones, Whitney Houston, Elisa, Giorgia…ne ho molti altri ma loro mi vengono in mente come primi nomi.

Cosa vuol dire, per te, comunicare attraverso la musica?

Libertà d’espressione nella sua totalità. Posso mettermi a nudo, esprimere ciò che sento, ciò che ho da raccontare o ciò che mi è stato raccontato, senza veli. Sono così anche in privato, ma per mantenere i rapporti nella vita, un po’ di veli li devi mettere.

Anche il controllo sul pensiero, nel suo immediato, l’ho imparato a volte tardi, perché sono una che sente fortemente le ingiustizie, sono una combattiva. Ma questo ancora non ho avuto il coraggio di metterlo nelle canzoni, quindi per ora ho raccontato di me, delle mie paure, del mio vissuto, dei miei amori e delle mie esperienze.

Riesco ad esprimermi meglio attraverso la musica, perché con la melodia, il canto e gli arrangiamenti, mi sento di poter parlare di ogni cosa in maniera approfondita, in tutte le sfumature.

É recentemente uscito il tuo ultimo singolo, “Hold On”, ti va di parlarcene?

L’ho scritto in un momento no, della mia vita. Sembrava una specie di mantra , perché “Hold on” significa anche “Resisti”. É un modo per spronarsi ad andare avanti, nonostante tutto e tutti.

Spero che le persone possano identificarsi nel brano, ci ho messo cuore ed anima, è stato uno dei pezzi più difficili da scrivere.

Anche se il testo è più semplice, linguisticamente parlando, di tutti quelli che ho scritto finora, avevo circa 10 pagine di appunti che ho smussato in poche frasi, frasi che mi auguro possano esprimere tutto ciò che avevo da dire.

“Hold on” è una carezza a me stessa e a chi ne ha bisogno.

Tag: hold on | liia | Musica | news