Partner e pubblicità

Per il dipendente che copia dei dati aziendali su un dispositivo personale oppure se li invia tramite email, anche senza poi diffonderli, il licenziamento è legittimo

 

Lo Studio Rossi, nostro Business Partner, ci mette al corrente che la Corte di Cassazione, con la sentenza 25147/17, ha stabilito il licenziamento legittimo per il dipendente che copia dei dati aziendali su un dispositivo di archiviazione digitale (ad esempio un Pendrive oppure un CD/DVD) oppure se li invia tramite email, anche se la finalità dell’azione non si riferisce alla diffusione delle informazioni.

È molto importante essere a conoscenza che il datore di lavoro potrebbe interpretare questa tipologia di azione del proprio dipendente come azione lesiva del rapporto di fiducia tra lavoratore e azienda, oppure come sottrazione di documenti, progetti e brevetti, anche se il materiale prelevato non viene successivamente diffuso e divulgato a terzi.

Quindi, la decisione di licenziare un dipendente rientra tra le possibilità che il datore di lavoro può legittimamente prendere in considerazione a seguito di un’azione di questo tipo.

Partner e pubblicità

 

Business Partner:

STUDIO ROSSI RAG. MARIA ELENA
Via Domenico Millelire 18, 20147 Milano
Tel. +39.02.48712450  – Email: info@studiorossihr.it
Web: www.studiorossihr.com

Condividi questo articolo!