Advertisement

Spesso gli adulti pensano che siano da rilegare all’adolescenza, ma in molti casi non è così!

Tanti di questi libri contengono importanti storie di vita e lezioni per diventare persone migliori, senza contare che possono essere ben scritti, divertenti, sinceri e interessanti proprio come gli adolescenti!

 

Ecco 5 libri per ragazzi che anche gli afulti dovrebbero leggere:

 

IL DIARIO DI ANNA FRANK

La storia vera di Anna Frank, di solito viene rispolverata in occasione del Giorno della Memoria o per via di qualche ricerca di storia a scuola. Quasi tutti hanno letto questo libro, ma se l’hai letto da giovane, puoi provare a rileggerlo adesso che sei adulto, e sicuramente ci troverai spunti diversi.

Advertisement

Il libro, narrato in prima persona, è la pubblicazione dei diari di Anne Frank, ragazzina ebrea che, durante la Seconda Guerra Mondiale, si è nascosta con la famiglia in una soffitta per sfuggire ai tedeschi.

Qui Anna, introspettiva, insofferente, estremamente sensibile e intelligente, affida all’amica immaginaria Kitty e alle pagine del suo diario i pensieri, le emozioni e le domande tipiche dell’adolescenza a cui si sommano però preoccupazioni ben più grandi e la descrizione della vita all’interno del nascondiglio e dei rapporti umani che vi nascono. Un libro fondamentale per ricordare ciò che è stato e per non dimenticare mai.

[the_ad id=”12551″]

A UN METRO DA TE DI Rachael Lippincott, Mikki Daughtry e Tobias Iaconis

Spesso gli adulti hanno paura anche solo a pensare alle malattie. I due protagonisti del libro, Will e Stella, invece, sono malati. E non si tratta di una malattia di poco conto, ma della fibrosi cistica. Will è ormai insofferente alle regole e ai continui viaggi in ospedale mentre Stella ripone tutte le sue speranze nel trapianto di polmoni, di modo da poter guarire.

I due ragazzi si conoscono, s’innamorano… ma devono rispettare la distanza di un metro per evitare di danneggiarsi a vicenda. Una storia d’amore sullo sfondo degli ospedali per ricordare che purtroppo non tutte le persone hanno la salute e che, se l’abbiano, dobbiamo esserne grati, e anche per rammentare tutte le persone gravemente malate che già da prima del Covid-19 convivevano con le varie restrizioni.

Da adulti, un libro come questo può far paura, ma alla fine probabilmente vi ritroverete a sorridere, amare ed essere estremamente grati per ciò che avete.

Consigli di lettura, 5 libri al femminile per leggere storie scritte da donne

IO SONO AVA DI ERIN STEWART

Se tuo figlio ha un nuovo compagno di bianco a scuola, ed è di colore, è probabile che te lo descriva come “quello a cui piacciono le macchinine, che ha un fratello maggiore, adora i Pokemon e la cui mamma gli dà sempre la merenda buona”.

Gli adulti sono quelli che si focalizzano sulle differenze, non i bambini. Ava è un’adolescente vittima di un incidente che le lascia delle cicatrici fisiche e visibili. Il primo giorno di scuola, neanche a dirlo, tutti sembrano rifuggirla. Tutti tranne Asad e Piper che, seppur per motivi diversi, si sentono a loro volta diversi e incompresi. Un libro per ricordarci che la diversità non deve far paura, anzi, va celebrata e che l’aspetto fisico non è importante.

Ciò che conta è ciò che c’è dentro una persona e come noi decidiamo di reagire quando ci ritroviamo davanti qualcuno considerato “diverso”.

[the_ad id=”12551″]

PETER PAN DI J.M. BARRIE

Come non includere in questa lista Peter Pan, l’eterno bambino? Crescendo, quasi tutti dimenticano le gioie dell’infanzia. Essere bambini è un dono magico, eppure più aumentano gli anni più sembra diminuire la capacità delle persone di meravigliarsi e anche i veri valori e le cose semplici si perdono per strada.

Leggendo Peter Pan, ti farai un regalo inestimabile: tornerai bambino! Salirai su un vascello, combatterai contro il terribile Capitan Uncino, approderai sull’isola che non c’è e alla fine ci sta pure che tu impari una delle lezioni più importanti di tutte: mai mettere a tacere il bambino che c’è dentro di te!

Scarpe nuove spaiate. Viaggio nel paese dei giardini abbandonati. Un romanzo di Camillo Rigamonti

IO SONO MALALA DI MALALA YOUSAFZAI

Oggi Malala è considerata il simbolo universale delle donne che combattono per l’istruzione e il sapere e nel 2014 ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace. Ma tutto è cominciato in Pakistan, Paese di nascita di Malala, il 9 ottobre 2012. All’uscita della scuola, Malala sale sullo scuolabus con le amiche; un uomo sale a bordo e le spara tre proiettili in faccia, lasciandola in fin di vita.

La sua colpa? Nonostante la giovane età (15 anni) Malala da sempre rivendica il diritto all’istruzione per le donne. Malala sopravvive e quest’esperienza così terribile diventa il punto di partenza per una battaglia per garantire il diritto al sapere e all’istruzione a ogni bambina, ragazza e donna del mondo.

La storia di Malala ricorderà a ogni adulto che non c’è età per il coraggio e che tutto dipende da come noi reagiamo agli eventi della vita, anche a quelli più terribili.

Ti potrà anche ricordare delle tante Malala che ancora vivono senza andare a scuola e, di conseguenza, senza reali possibilità di un futuro dignitoso. Leggere questo libro potrà, quindi, non solo aprirti gli occhi ma anche darti la spinta per impegnarti nel mondo del sociale, nelle tematiche che ti è più cara.

[the_ad id=”11089″]

Consigli di lettura, 5 libri al femminile per leggere storie scritte da donne

Anche nel mondo della letteratura non mancano firme al femminile; che si tratti di donne passate alla Storia per i loro romanzi, o di scrittrici contemporanee, le donne hanno un modo unico e personale di raccontare le storie. Ecco dei libri per donne da regalare, o regalarvi!

Advertisement