Lavoro trasparente ed equilibrio vita-lavoro, le nuove direttive

da | 29 Giu 2022 | Lavoro-HR

Sono stati approvati gli schemi dei decreti legislativi che recepiscono le direttive europee in merito al lavoro trasparente ed all’equilibrio vita-lavoro.

 

Studio Rossi, Consulenza del lavoro a Milano, tramite una comunicazione sul sito internet, ha informato che il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva gli schemi dei decreti legislativi che recepiscono le direttive europee in merito alle condizioni di lavoro trasparente e all’equilibrio vita-lavoro, tra attività professionale e vita familiare.

 

Equilibrio vita-lavoro

Le finalità della prima direttiva sono essenzialmente quelle di promuovere il miglioramento della conciliazione tra i tempi della vita lavorativa e quelli dedicati alla vita familiare per tutti i lavoratori che abbiano compiti di cura in qualità di genitori e/o di prestatori di assistenza, i cosiddetti caregivers, al fine di conseguire una più equa condivisione delle responsabilità tra uomini e donne e di promuovere un’effettiva parità di genere sia in ambito lavorativo, sia familiare.

Lo schema di decreto interviene, con modifiche e integrazioni, sia sul testo del D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151 (Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità), sia su disposizioni di legge diverse, quali la legge n. 104/1992 (Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate), la legge n. 81/2017 (Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato), il D.Lgs. n. 81/2015 (Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni), in un’ottica di armonizzazione e coerenza con il nuovo dettato normativo.

 

Lavoro trasparente

Per quanto concerne invece la direttiva (UE) 2019/1152, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell’Unione europea, lo schema di decreto interviene, con modifiche e integrazioni, sia sul testo del D.Lgs. 26 maggio 1997, n. 152, recante “Attuazione della direttiva 91/533/CEE concernente l’obbligo del datore di lavoro di informare il lavoratore delle condizioni applicabili al contratto o al rapporto di lavoro”, sia su altre disposizioni di legge, in un’ottica di armonizzazione e coerenza con il nuovo dettato normativo.

Tutte le informazioni a riguardo sono disponibili a questo link.

Tag:

Pubblica la tua notizia!

Pubblica autonomamente il tuo articolo o comunicato stampa.