Lago Maggiore, un fine settimana tra paesaggi meravigliosi, storia e buona cucina

da | 5 Mag 2021 | Food e Drink

Un fine settimana sul Lago Maggiore offre la possibilità di vedere paesaggi meravigliosi, scoprire la storia e godersi la buona cucina. Quali sono le mete che non dovresti assolutamente farti sfuggire?

 

Stresa

Considerata la Regina indiscussa della zona, non dovresti assolutamente perdertela. Stresa si trova alle pendici del Mottarone e offre bellezze paesaggistiche che non dimenticherai facilmente.

Aiuole piene di fiori colorati ti accompagneranno nella passeggiata lungolago; ville e parchi sono a tua disposizione per visite che offrano sia esperienze culturali sia relax. Da qui puoi inoltre partire per un altro luogo che dovresti visitare assolutamente: le isole Borromee.

 

Rocca Borromea

Direzione Angera, piccolo borgo custode di un’altra pietra miliare che testimonia l’importanza della famiglia Borromeo nella zona. Da qui recati alla Rocca Borromea per vivere una giornata da nobile visitandone gli interni fra affreschi, torri e ali.

Essa ospita anche un museo del giocattolo e della bambola, magari particolarmente interessante da visitare se hai figli, per far vedere loro con che cosa giocavano i bambini dei tempi ormai andati.

 

L’eremo di Santa Caterina del Sasso

Qui respirerai la vera atmosfera del lago Maggiore. L’eremo si trova nel Comune di Leggiuno, provincia di Varese. Si tratta di un monastero risalente alla seconda metà dell’XII secolo contenente la storia secolare svoltasi sul lago e ricco di bellezze artistiche.

Doppio Malto di Milano si trasforma in centro di socialità e aggregazione

C’è anche un ascensore, che permette alle persone disabili di raggiungere l’eremo.

 

Arona sul Lago Maggiore

È proprio qui, ad Arona, che sono state rinvenute le tracce dei primi insediamenti umani nella regione, risalenti al periodo preistorico. Questo delizioso borgo è famoso anche per il Colosso di San Carlo Borromeo, meglio conosciuto come il Sancarlone.

Si tratta di una statua alta 35 metri, rimasta a lungo la “statua più alta mai costruita”. Potrai salire su per una scala e raggiungere la testa, da cui potrai goderti una splendida vista su Arona. Da non disdegnare una passeggiata nel centro storico o lungolago.

 

Le isole Borromee

Isola Bella anticipa una giornata all’insegna dalla bellezza e non rimarrai deluso perché quest’isola ospita il Palazzo Reale, un’antica struttura con ben dieci terrazze a comporre un meraviglioso giardino che scende a picco sul mare, splendido esempio di arte barocca.

L’Isola Madre è la più grande fra le isole Borromee e rimarrai a bocca aperta visitando questa meraviglia, spesso definita un vero e proprio “angolo di Paradiso”. Potrai visitare la villa risalente al 1500 e il suo meraviglioso giardino caratterizzato da piante e uccelli esotici.

L’isola dei Pescatori è l’unica delle Isole Borromee a essere stabilmente abitata; qui scoprirai una vita che trascorre ancora come cinquant’anni fa, all’insegna della semplicità. Potrai visitare una chiesa del 1400, perderti fra botteghe e negozi e scoprire un borgo che ha rifiutato la modernizzazione rimanendo fedele allo stile di vita dei pescatori.


Condividi l'articolo!

Potrebbero interessarti: