Intervista ad Andrée, l’imprenditrice che ha fondato La Soffitta di Gi, start up innovativa che aiuta le mamme a orientarsi nel mondo degli acquisti e fa bene al pianeta con una logica di riuso, non solo dei vestiti, ma di tutti i beni per le mamme e i bambini

 

 

Ciao Andrée, tu hai creato una vera e propria start up che è stata oggetto di attenzione anche da parte del politecnico, ci racconti come è nata la tua idea?

L’idea della Soffitta di Gi è nata quando ero in attesa della mia seconda figlia. Per la prima avevo comprato tutto ciò che ritenevo necessario ma anche qualcosa di superfluo, mentre durante la seconda gravidanza ho cominciato a ragionare su quanto fossero ancora nuovi e quasi inutilizzati alcuni oggetti comprati in precedenza. Ho pensato che la mia intuizione potesse essere condivisa da altri genitori, perciò ho deciso di creare un’attività che rimettesse in circolo i prodotti per bambini. Ho quindi creato una vera e propria Start up innovativa ad ottobre 2018, partecipando poi ad un corso dedicato alle mamme imprenditrici tenuto da Polihub che mi ha poi successivamente dato accesso al programma di accelerazione Elab organizzato da Eptagonlab in collaborazione con Polihub.

 

Qual è la sfida più grande che hai dovuto affrontare e come sei riuscita a risolverla?

La sfida più difficile che ho dovuto affrontare è stata sicuramente la ricerca di un socio/socia che avesse la possibilità di dedicarsi totalmente allo sviluppo del business assieme a me, considerando le delicate e complesse fasi iniziali che una Start up deve affrontare. Dopo varie ricerche, ho trovato Cecilia, una persona con esperienza nel mondo dell’infanzia e nella comunicazione online, che possiede inoltre un background esperienziale differente dal mio e che crede come me nel progetto e ne condivide i valori.

 

Quanto credi sia cambiato il tuo lavoro e come ti sei attivata per migliorare la tua attività in questa emergenza sanitaria?

Il business si sviluppa quasi totalmente online, quindi non ha risentito particolarmente dell’emergenza sanitaria, anzi i valori della Soffitta di Gi che comprendono il ritiro e la spedizione dei prodotti direttamente a casa dei venditori/acquirenti, ha permesso di ridettare gli standard di sicurezza necessari per affrontare l’emergenza. Dopo qualche prima reticenza da parte degli utenti negli acquisti online, le vendite sono riprese attivamente e si sono attestate su valori anche superiori a quelli attesi.

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Con le nostre capacità abbiamo esplorato il mercato milanese diventando un punto di riferimento per le famiglie a livello locale. I progetti futuri, prevedono sicuramente un consolidamento sul territorio Lombardo, raggiungendo inoltre le regioni limitrofe con l’obiettivo poi di portare La soffitta di Gi ad operare su tutto il territorio nazionale.

La Soffitta di Gi
Email: lasoffittadigi@gmail.com
Web: www.lasoffittadigi.com

Condividi questo articolo!