Just another Hope di Sergio Emme. Digitalizzazione, globalizzazione, cyber hacking e privacy

da | 30 Set 2020 | Consigli di lettura

Digitalizzazione, globalizzazione, cyber hacking e privacy: Just another Hope è ambientato nella Londra dell’anno 2022. Ma il futuro distopico del romanzo non è tanto distante dal nostro presente

 

In uscita giovedì 8 ottobre 2020 dalla casa editrice bookabook, Just another Hope è il primo romanzo di Sergio Emme, pseudonimo di Sergio Matalucci. Laureato in economia politica, comunicazione e giornalismo, l’autore racconta con sguardo lucido la nostra realtà: dietro il futuro distopico del romanzo si cela infatti il mondo in cui viviamo, segnato da una continua digitalizzazione e una costante globalizzazione.

Per descrivere l’universo narrativo che ha inventato, Sergio Emme affida ai suoi personaggi il compito di guidare il lettore: L’Agente Hope deve scontrarsi con Ted Moore, un giovane gamer dalle strabilianti capacità nei giochi di geopolitica. Il rapporto tra Hope e Moore è anche uno scontro generazionale: l’adulto e il ragazzo si rispecchiano l’uno nell’altro, dando vita a un vero e proprio romanzo di formazione.

In Just another Hope l’autore mescola diverse influenze: dai capisaldi della letteratura distopica (Brave New World di Aldous Huxley e 1984 di George Orwell) a tematiche più strettamente contemporanee, come le conseguenze della Brexit, gli effetti di un’eccessiva digitalizzazione sulle nuove generazioni, i problemi di privacy, tracking e hacking.

Sergio Emme ha partecipato con Just another Hope al Milano Pitch 2019, dove il suo progetto è stato selezionato tra quelli di molti altri aspiranti autori.

Tag: