Sono iniziati gli indennizzi per i possessori di azioni e obbligazioni subordinate che hanno subito un pregiudizio ingiusto da parte di banche poste in liquidazione.

 

Finalmente la vicenda delle banche fallite e dei risparmiatori truffati, in possesso di titoli azionari e obbligazioni subordinate, è arrivata ad un punto di svolta attraverso la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto del Ministero dell’economia e delle finanze che ha dichiarato di aver aperto la possibilità di presentare le istanze di rimborso.

Per presentare la domanda di rimborso vi è un’unica strada, quella di compilare online il modulo di richiesta presente sul sito della Consap, la concessionaria pubblica incaricata di gestire il fondo, entro 180 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, avvenuta lo scorso 21 agosto 2019; quindi c’è tempo fino a metà febbraio 2020.

Sembra però, come annunciato da diversi portali web e telegiornali, che la piattaforma online non sia molto intuitiva, agevole e semplice da utilizzare, persino non funzionante, come dichiarato da diverse associazioni che lamentano un blocco continuo del funzionamento ed una schermata che dice: “Ci dispiace, c’è stato un problema”, seguita dalla comunicazione che la registrazione non è andata a buon fine.

 

Per far fronte a questa problematica, ossia alla richiesta della domanda di indennizzo, è nato un servizio proposto da Evolvendo, azienda operante nel settore della gestione finanziaria d’impresa, che ha deciso di “mettere la pluriennale esperienza nel mondo bancario al servizio dei numerosi risparmiatori truffati” – come dichiarato dal Dott. Alessandro Castiglioni, CEO di Evolvendo S.r.l.

“Con lo spirito di chi vuole dare un aiuto concreto ai risparmiatori più deboli che vogliono recuperare una parte degli investimenti nelle banche liquidate, ho pensato di riunire un team di esperti/amici in grado di “guidare” le tante persone che si vedono smarrite di fronte alla necessità di acquisire dei documentiregistrarsi su una piattaforma e predisporre l’istanza per via telematica”, aggiunge Castiglioni.

Un servizio ad-hoc che supporta tutti i risparmiatori che oggi si ritrovano un’ulteriore difficoltà; richiedere il loro dovuto indennizzo a seguito di un pregiudizio ingiusto da parte delle banche poste in liquidazione coatta amministrativa.

Per richiedere il proprio indennizzo: www.indennizzorisparmiatori.it

 

Ulteriori informazioni:

EVOLVENDO S.r.l.
Sede legale in Legnano (MI), Via Gigante 28
Cod. Fiscale e Partita IVA 10370690967
www.indennizzorisparmiatori.it

Condividi questo articolo!
WhatsApp Me!