In arrivo la Festa di Halloween, dalle origini antichissime rintracciabili in Irlanda, all’odierno “dolcetto o scherzetto”

 

La parola Halloween rappresenta una variante scozzese del nome completo “All-Hallows-Eve”, cioè la notte prima di Ognissanti (in inglese arcaico All Hallows Day, moderno All Saints). E’ una festività anglosassone che trae le sue origini da ricorrenze celtiche assumendo successivamente negli Stati Uniti le forme accentuatamente macabre e spesso violente con cui oggi la conosciamo e che si celebra la notte del 31 ottobre.

Lo sviluppo di oggetti e simboli associati ad Halloween si è formato col passare del tempo, come ad esempio l’uso di intagliare zucche con espressioni spaventose o grottesche che risale alla tradizione di intagliare rape per farne lanterne con cui ricordare le anime bloccate nel Purgatorio.

La rapa è stata usata tradizionalmente ad Halloween in Irlanda e Scozia, ma gli immigrati in Nord America usavano la zucca in quanto originaria del posto, essendo disponibile in quantità molto elevate e soprattutto molto più grande, facilitando così il lavoro di intaglio.

La tradizione americana di intagliare zucche risale al 1837 ed era originariamente associata con il tempo del raccolto in generale, venendo associata specificatamente ad Halloween verso la seconda metà del Novecento.

Fare “dolcetto o scherzetto” è un’usanza ormai comune di Halloween. I bambini vanno travestiti di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle con la domanda “Dolcetto o scherzetto?“. La parola “scherzetto” è la traduzione dall’inglese “treat“, una sorta di minaccia nel procurare dei benevoli danni ai padroni di casa o alla loro proprietà se non viene dato loro alcun dolcetto, ovvero “trick”.

Condividi questo articolo!
WhatsApp Me!

CHATTA CON NOI SU WHATSAPP!

Scrivici per informazioni e assistenza!