Frecciarossa Milano Jumping Cup: Italia, Svizzera e Germania subito sugli scudi

da | 25 Giu 2022 | Animali

La Frecciarossa Milano Jumping Cup 2022 è partita nel migliore dei modi, all’Ippodromo San Siro.

Un acquazzone ha soltanto rallentato l’intenso programma, che prevedeva tre gare del CSI4* dopo le due iniziali CSI1*, e c’è stata subito una buona affluenza di pubblico, con la partecipazione del sindaco Beppe Sala, dell’assessora allo sport turismo e politiche giovanili Martina Riva, dell’a.d. dell’Inter Alessandro Antonello e dell’ex calciatore del Milan Daniele Massaro, questi due protagonisti dell’assegnazione del Trofeo Fair Play.

Da segnalare lo svizzero Martin Fuchs (il n. 1 del mondo ha siglato la gara più ricca della giornata) tra i vincitori CSI 4* e il 12enne tedesco Konstantin Haag tra quelli CSI1*.

 

MARTIN FUCHS NON SBAGLIA. È SUA LA GARA ‘GROSSA’ DI OGGI

Martin Fuchs, numero 1 del mondo, ha prontamente lasciato il segno nella Frecciarossa Milano Jumping Cup 2022, all’Ippodromo di San Siro.

Il 29enne svizzero, da pochissimo tornato numero 1 del mondo, è stato impeccabile con The Sinner, suo cavallo di punta per questo CSI4*. «Una bella prestazione, con lui potrò giocarmi al meglio le mie chance nel Gran Premio di domenica» – ha dichiarato.

La Svizzera ha fatto l’en plein, con l’altro asso Steve Guerdat secondo in sella a Dynamix de Belheme. Terzo posto per l’austriaco Gerfried Puck, con Equitron Melody vd Smidshoeve. l migliore degli italiani è stato il 66enne veterano Roberto Arioldi, sesto in sella a Chiclone.

CSI4* – Premio n. 5* presented by Tenute Sella (cat. a tempo – h 150 – 26.000 €)

  1. Martin Fuchs SUI (The Sinner) pen. 0, 63”82
  2. Steve Guerdat SUI (Dynamix de Belheme) 0, 64”88
  3. Gerfried Puck AUT (Equitron Melody Vd Smidshoeve) 0, 66”55
  4. Roberto Arioldi ITA (Chiclone) 0, 67”15

 

FUCHS: FRECCIAROSSA MILANO JUMPING CUP 2022 UN CONCORSO IPPICO CHE STA CRESCENDO IN FRETTA

Tra i ‘top rider’ più attesi alla vigilia, Martin Fuchs non ha tradito le aspettative dei tanti fan.

In questa giornata di apertura il 29enne svizzero ha infatti subito vinto una gara in sella a The Sinner, saltatore che ha portato a Milano insieme a Viper Z e Divan het Cauterhof Z.

Come sempre cordiale e disponibile, Fuchs non si è sottratto alle domande.

«Sono contento di gareggiare per la prima volta a Milano. Tuttavia conosco bene la città, per averla visitata ogni volta che sono stato impegnato in concorsi lombardi. Milano mi piace molto, ovviamente ammiro in modo particolare il Duomo».

Prime impressioni, sulla Frecciarossa MJC e sulla sua location, un ippodromo storico come San Siro? «È un concorso ippico giovane, appena alla seconda edizione, con notevoli margini e prospettive di miglioramento davanti a sé. L’appuntamento di quest’anno sarà importante per focalizzare tutti gli elementi organizzativi che potranno contribuire il prossimo anno a un esito eccellente degli Europei 2023».

Dopo un anno e mezzo è tornato al comando del ranking FEI.

«Non provo una sensazione particolare, per essere già stato numero 1 in passato, ma naturalmente sono molto felice. Diciamo che magari essere il leader della classifica conta più per chi ci segue dall’esterno. Numero 1 o 10, non fa differenza nella mia testa… A me interessa più che altro essere un top rider ed avere l’occasione di competere ai massimi livelli. Come pure mi fa piacere essere comunque considerato un testimonial importante di questo sport che è il mio lavoro ma soprattutto la mia grande passione». Qui a Milano la prima gara del CSI1* è stata vinta da un giovanissimo tedesco, Konstantin Haag, appena 12enne.

«È importante avere praticanti giovani, che inizino presto a cavalcare e anche a dedicarsi a questo sport sotto l’aspetto agonistico. Vedo che questo accade anche in Italia, con un grande impegno da parte della vostra Federazione: anche qui ho visto tanti giovani iniziare a cimentarsi con cavalieri di ben altra età e ben esperienza, e questo è una garanzia per il futuro del jumping».

Un futuro importante passa anche dal benessere dei cavalli. Fuchs, per esempio, è stato protagonista del completo recupero fisico di Clooney, che lo aveva portato ai massimi livelli del jumping (oro agli Europei 2019, argento ai Mondiali 2018) ma si era gravemente infortunato dopo l’Olimpiade di Tokyo 2021.

«Noi cavalieri possiamo essere bravissimi, ma i risultati importanti arrivano solo con il rispetto dei nostri compagni di gara. Non si può quindi prescindere dalla cura e dalle attenzioni che meritano sempre e comunque».

A Milano in gara con tre cavalli. «Naturalmente The Sinner sarà la mia chance per il Gran Premio di domenica ed oggi l’ha dimostrato. Viper e Diva hanno entrambi otto anni ma promettono bene e la MJC servirà per farli crescere».

 

PREMIO ‘FAIR PLAY’ A MARTINA DEL CARRO. A PREMIARE ALESSANDRO ANTONELLO, AD DELL’INTER, E DANIELE MASSARO, EX ATTACCANTE DEL MILAN E DELLA NAZIONALE

Etica sportiva e fair play, due qualità che meritano un premio; per questo Frecciarossa Milano Jumping Cup ha deciso di istituire un riconoscimento al valore della categoria dei ‘groom’, veri artefici del rapporto con il cavallo e anche della corretta gestione della scuderia.

A vincere il premio ‘Fair Play’, fortemente voluto da FC Inter e AC Milan, è stata Martina Del Carro, 32 anni bergamasca, la groom di Chicago 178, cavallo che oggi ha vinto il Premio Safe Riding del CSI4* con Paolo Adamo Zuvadelli.

A premiare Martina Del Carro sono stati Alessandro Antonello, ad dell’Inter e Daniele Massaro, ex attaccante del Milan e della Nazionale.

«Sono emozionata e felicissima di questa bellissima sorpresa del Premio Fair Play. Lavoro con Paolo Zuvadelli da sei anni e dedico a lui questo premio che ha fatto del fair play uno stile di vita» – ha detto un’emozionata Martina Del Carro. – «Da sempre ho pensato di trasformare la mia passione di bambina per i cavalli nella mia professione e mi considero fortunata di averlo potuto fare. Lavorare con Paolo Zuvadelli mi ha consentito di portare avanti anche la mia preparazione di amazzone, un’attività che mi ha dato soddisfazioni anche in campo internazionale. Posso uscire in concorso e contemporaneamente prendermi cura dei cavalli della sua scuderia, anche per questo dedico questo premio a Paolo», ha concluso.

Il premio ‘Fair Play’ ha visto attrici principali le due grandi protagoniste dello scorso campionato di Serie A che hanno così voluto premiare una figura, quella del groom, importante quanto il cavaliere stesso.

«Il Premio Fair Play, che patrociniamo insieme al Milan, rappresenta appieno i valori che da sempre fanno parte del DNA dell’Inter: inclusione, fratellanza e rispetto. Ci teniamo a ribadire in ogni contesto il carattere inclusivo che deve avere lo sport a tutti i livelli e vediamo in questo trofeo un’ulteriore occasione per confermare il nostro impegno in questo ambito che diventa ancora più prezioso e d’esempio per i giovani e tutti quelli che amano lo sport» – ha commentato Alessandro Antonello.

 

PRIMA VITTORIA ITALIANA NEL CSI4*

Nelle gare del CSI4* della Frecciarossa Milano Jumping Cup, all’Ippodromo San Siro, è suonato subito l’inno italiano. Paolo Adamo Zuvadelli, cavaliere di provata esperienza, in sella all’11enne grigio Chicago 178 si è imposto nel Premio n. 3 presented by Safe Riding (cat. a tempo – h 135).

«Vincere è sempre bello, a casa ancora di più», il commento a caldo del 54enne lombardo. «Avevo partecipato anche alla prima edizione di questo concorso, ottenendo però solo qualche buon piazzamento e rimediando un errore nel Gran Premio. Il livello di partecipazione si è decisamente innalzato, con una bella qualità di cavalieri, quindi questo successo mi rende particolarmente contento. L’ippodromo è un impianto storico che si presta molto alla riuscita dell’evento: al caldo non si comanda, ma c’è cura negli alloggi dei cavalli e quindi riescono a dare il meglio».

CSI4* – Premio n. 3 presented by Safe Riding (cat. a tempo – h 135 – 6.000 €)

  1. Paolo Adamo Zuvadelli ITA (Chicago 178) pen. 0, 65”47;
  2. Elian Baumann SUI (Lolita vd Bisschop) 0, 66”12
  3. Filippo Lupis ITA (Jandino) 0, 67”92

 

NEXTGEN DA RECORD: VINCE IL DODICENNE HAAG. SUL PODIO CON UNA VITTORIA ANCHE I GIOVANI ITALIANI

Subito spunti tecnici interessanti, anche per l’Italia, nelle prime gare del CSI1* che stamattina hanno aperto la Frecciarossa Milano Jumping Cup 2022 all’Ippodromo San Siro.

Il Premio n. 1 (cat. a due fasi – h 115) è stato vinto dal giovanissimo tedesco Konstantin Haag, addirittura un Under 13 (è nato il 2 novembre 2009 a Monaco di Baviera). Particolarmente disinvolto in sella al grigio SB Broadway Semilly, è stato l’unico concorrente a scendere sotto i 30” nella fase decisiva della gara. Ovviamente diventato il più giovane vincitore di una gara alla Freccarossa MJC, Haag è salito sul gradino più alto di un podio tutto NextGen che è stato completato dagli italiani Martina D’Andrea (classe 2006), su Lacapitola, ed Alessio Vago (classe 2005), su Bluerose, entrambi lombardi.

Subito dopo è arrivata la prima vittoria tricolore nel CSI1* grazie alla 20enne Anna Di Pasquale: anche lei lombarda, con Pure Boy T si è imposta nel Premio n. 2 presented by Prestige Italia (cat. a due fasi – h 125). Alessandro Noé (Loro Piana Celtic), 13 anni compiuti ad aprile, e Susanna Violanti (Dijon) hanno completato un podio tutto italiano, ai piedi del quale è rimasto Joe Whitaker, uno dei tanti rappresentati della storica famiglia del jumping britannico, piazzatosi quarto con Lyleine e quinto con Kyrabel.

CSI1* – Premio n. 1 (cat. a due fasi – h 115 – 1.250 €)

  1. Konstantin Haag GER (SB Broadway Semilly) pen. 0, 29”45
  2. Martina D’Andrea ITA (Lacapitola) 0, 30”47
  3. Alessio Vago ITA (Bluerose) 0, 30”71

CSI1* – Premio n. 2 presented by Prestige Italia (cat. a due fasi – h 125 – 2.500 €)

  1. Anna Di Pasquale ITA (Pure Boy T) pen. 0, 28”56
  2. Alessandro Noé ITA (Loro Piana Celtic) 0, 28”96
  3. Susanna Violanti ITA (Dijon) 0, 29”15

 

FRECCIAROSSA MJC IN TV E STREAMING

Tutte le gare del CSI4* e CSI1* della Frecciarossa Milano Jumping Cup all’Ippodromo San Siro saranno trasmesse in diretta streaming integrale sul sito della manifestazione.

Diretta televisiva su Sky Sport Arena domani sabato 25 dalle ore 17 alle 19 e domenica dalle ore 16 alle 18.

Differita su EquTv (canale 151 digitale terrestre, canale 220 bouquet Sky) sabato 25 e domenica 26 alle ore 23.30.

Pubblica la tua notizia!

Pubblica autonomamente il tuo articolo o comunicato stampa.