Studio Rossi di Milano informa, in vista della prima scadenza del 20 ottobre, che l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato i commercialisti sui tempi e le modalità di adempimento dell’imposta

 

Questa settimana abbiamo deciso di dedicare la nostra attenzione alle spericolate avventure delle partite Iva nel nostro Paese.

Un percorso irto di ostacoli, fatto di una pletora di adempimenti, bonus e scadenze che sfidano la resistenza anche del più zelante tra i commercialisti.

In particolare, ci dedicheremo all’approfondimento dei termini di regolamentazione e pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche.

L’articolo 26 del decreto legge Liquidità, infatti, ha riscritto in toto il calendario delle scadenze.

Queste le principali novità:

  • Pagamento senza sanzioni e interessi per l’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del primo trimestre, entro la scadenza del secondo semestre se l’importo dovuto è inferiore a 250 euro
  • Pagamento entro la scadenza prevista per il bollo sulle fatture elettroniche del terzo trimestre, se l’importo dovuto per il primo e secondo trimestre è complessivamente inferiore a 250 euro
  • Limite del pagamento semestrale, prima fissato a 1.000 euro, ridotto a 250 euro per trimestre. Altresì, se il totale del bollo dovuto per il primo semestre non supera i 250 euro, possibilità di effettuare il versamento entro la scadenza per il pagamento del bollo del secondo trimestre, ovvero a luglio
LEGGI ANCHE:  Lavoro a Milano, 30.000 posti in meno nel 2020 a causa della pandemia

 

Leggi l’articolo dello Studio Rossi Consulenza del Lavoro.

STUDIO ROSSI RAG. MARIA ELENA
Via Domenico Millelire 18, 20147 Milano
Tel. +39.02.48712450
Email: info@studiorossihr.it
Web: www.studiorossihr.com
Scheda aziendale e recensioni: Studio Rossi

Condividi questo articolo!