Economia circolare, contributo del 40% per gli investimenti in Lombardia

da | 9 Apr 2020 | Economia

Il Pirellone e le Camere di Commercio regionali intendono sostenere i progetti delle imprese che scelgono il modello dell’economia circolare. Soglia minima di spesa fissata a 40.000 euro

 

40.000 euro.

È il valore minimo dell’investimento che le imprese lombarde devono attribuire al proprio progetto per ricevere gli speciali finanziamenti previsti dalla Regione a favore di tutte le aziende che decidano di rendere più efficienti i rispettivi processi produttivi.

Come?

Attraverso l’economia circolare naturalmente.

Si tratta di un modello organizzativo basato sul concetto di riutilizzo dei materiali, che il Pirellone e il sistema delle Camere di Commercio delle varie province hanno deciso di avallare e diffondere con un corpus di normative risalenti alla prima metà del 2019.

La partecipazione pubblica agli investimenti, per i quali le imprese devono rispettare la soglia minima di ingresso ma non un tetto massimo, è del 40% del totale, e fa riferimento a progetti tesi a promuovere il riuso dei materiali riciclati o la fabbricazione diretta di prodotti assemblati con materie prime non vergini.

Il tutto con l’obiettivo di diminuire la quantità di rifiuti generata dai cicli industriali.

A riprova dell’importanza riconosciuta all’argomento “ecologia”, la Regione fa altresì sapere che l’adesione al progetto di finanziamento è possibile , per le aziende interessate anche in forma collettiva.

In questo caso le organizzazioni richiedenti devono essere almeno tre e devono dimostrare di condividere le finalità del progetto candidato e le tecnologie pensate per svilupparlo.


Condividi l'articolo!

Potrebbero interessarti: