Partner e pubblicità

Il DPCM di luglio è stato presentato questa sera dal Ministro della Salute Roberto Speranza, necessario per prorogare alcune norme anti-COVID fino al 31 luglio

 

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha presentato il DPCM del 14 luglio necessario per prorogare alcune misure di contenimento e limitare la diffusione del Coronavirus. Resteranno in vigore fino al 31 luglio.

Il ministro ha ricordato l’importanza di utilizzare la mascherina anche all’aperto, mantenere la distanza di sicurezza e lavarsi spesso le mani.

“Non esiste il rischio zero senza il vaccino, non dobbiamo sottovalutare il rischio della pandemia”, ha detto Speranza durante il suo intervento al Senato. “La circolazione del virus accelera e non perde potenza”.

Partner e pubblicità

La proroga è stata approvata con 154 voti favorevoli e bocciata da 129 voti contrari.

Bocciate le risoluzioni dell’opposizione. Ne sono state presentate tre: una della Lega, una di Forza Italia e un’altra ancora a nome di tutto il centrodestra, Fratelli d’Italia inclusa.

 

  • Confermato il divieto di assembramento, così come l’applicazione della sanzione penale per chi viola la quarantena obbligatoria.
  • Resta il divieto di ingresso da alcuni Paesi extra UE e controlli in porti e aeroporti più stringenti con obbligo della quarantena di 14 giorni.
  • Resta confermata la modalità di lavoro agile, dove la propria mansione può essere svolta al proprio domicilio o in modalità a distanza e la possibilità di incentivare le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti.
  • Prolungato l’obbligo di adottare i protocolli di sicurezza anti-contagio nei posti di lavoro laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro come principale misura di contenimento e l’obbligo di sanificare i luoghi di lavoro.
  • Sulla scuola è necessario tenere un livello di monitoraggio, quindi il personale scolastico sarà sottoposto a indagine sierologica.
  • Restano ancora in vigore le indicazioni per accedere in sicurezza alle spiagge, mantenendo le distanze sociali e quindi riducendo i rischi di contagio.
  • In aereo si potrà di nuovo imbarcare il bagaglio a mano.
Condividi questo articolo!