Nuovo Dpcm, prorogato lo stato di emergenza al 31 gennaio. Mascherine subito obbligatorie. Sì della Camera alla risoluzione di maggioranza

 

Il Consiglio dei ministri ha prorogato al 31 gennaio 2021 lo stato d’emergenza per il Covid estendono al 15 ottobre anche la validità del Dpcm con le norme anti-contagio ora in vigore. Successivamente il governo adotterà un nuovo Dpcm.

Diventa da subito effettivo l’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto, se si è vicini a persone non conviventi.

Nello specifico, l’obbligo consiste nel portare sempre con sé la mascherina e indossarla in tutti i luoghi chiusi, ad eccezione delle abitazione private, e all’aperto se in prossimità di altre persone non conviventi.

Sono esclusi i soggetti che svolgono attività sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

Le altre norme anti contagio restano in vigore: distanziamento sociale di almeno un metro, divieto di assembramento, rispetto delle misure igieniche a partire dal lavaggio delle mani e obbligo di restare a casa con più di 37,5 di febbre.

Il mancato rispetto delle misure di contenimento è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 1.000. Anche coloro che non fanno rispettare i divieti all’interno del proprio locale rischiano la medesima multa. Le norme in vigore prevedono anche la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività per un periodo da 5 a 30 giorni.

LEGGI ANCHE:  Dpcm del 25 ottobre: coprifuoco nelle piazze, chiusura locali, palestre e piscine. Il PDF

Il decreto prevede inoltre che le Regioni non possano adottare norme meno restrittive di quelle del governo, salvo specifiche eccezioni concordate con il ministro della Salute.

Tutti i controlli saranno affidati a polizia ed esercito.

 

Condividi questo articolo!