Dieta chetogenica, cos’è e perché funziona come strategia nutrizionale

27 Ago 2021 | Salute e Benessere

La dieta chetogenica è una strategia nutrizionale basata sulla riduzione dei carboidrati alimentari, che “obbliga” l’organismo a produrre autonomamente il glucosio necessario alla sopravvivenza e ad aumentare il consumo energetico dei grassi contenuti nel tessuto adiposo.

Dieta chetogenica significa “dieta che produce corpi chetonici” (un residuo metabolico della produzione energetica).

Regolarmente prodotti in quantità minime e facilmente smaltibili con le urine e la ventilazione polmonare, nella dieta chetogenica i corpi chetonici raggiungono un livello superiore alla condizione normale.

L’eccesso indesiderato di corpi chetonici, responsabile della tendenza all’abbassamento del pH sanguigno, è detto chetosi.

La dieta chetogenica è un regime alimentare finalizzato alla perdita di peso che si basa sulla riduzione dell’apporto dei carboidrati e sul consumo quasi esclusivo di proteine, alcuni tipi di verdure e grassi.

Spazio pubblicitario dedicato

Il principio fisiologico su cui si fonda questo modello dietetico è quello di indurre nell’organismo una condizione di chetosi, ovvero uno stato metabolico caratterizzato dall’abbondante presenza di corpi chetonici nel sangue.

I corpi chetonici, prodotti dal fegato a partire dagli acidi grassi, fungono da surrogati degli zuccheri e possono essere considerati dei supercarburanti in quanto raggiungono facilmente i tessuti e vengono utilizzati a scopo energetico.

Nel momento in cui limitiamo gli zuccheri nella dieta il nostro corpo è costretto a ricavare energia dai depositi di grasso con conseguente rapida perdita di peso e grasso localizzato, miglioramento dei parametri metabolici e una riduzione del gonfiore addominale e della ritenzione idrica.

Sindrome da rientro, disturbo dell'adattamento che colpisce circa 6 milioni di lavoratori

Questo stato di chetosi fisiologica indotto dalla riduzione dell’apporto di carboidrati non è pericoloso per la salute ma è legato a un adattamento evolutivo che ha permesso all’uomo di superare i momenti di carestia e di scarsa disponibilità alimentare.

La dieta chetogenica è quindi indicata per le seguenti patologie:

  • Obesità e sovrappeso
  • Diabete di tipo 2 e insulino-resistenza
  • Ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, sindrome metabolica, steatosi epatica
  • Asma
  • Apnea del sonno
  • Adiposità localizzate e ritenzione idrica

La dieta chetogenica, se seguita correttamente, è in grado di garantire risultati sicuri e duraturi e, al contrario di quello che si può pensare inizialmente, le persone che seguono questo regime alimentare riferiscono di non avvertire senso di fame e stanchezza che al contrario possono insorgere durante una comune dieta ipocalorica.

Inoltre, questo regime consente di proteggere la massa muscolare che spesso viene intaccata dalla perdita di peso.

La dieta chetogenica è un regime alimentare che deve essere seguito sotto stretto controllo del nutrizionista.

La Dott.ssa Elena Brugnatti, Biologa Nutrizionista specializzata nella dieta chetogenica, effettua visite della durata di circa 1 ora che comprendono un colloquio conoscitivo, la valutazione dello stato di salute, l’analisi delle abitudini alimentari e la rilevazione dei dati antropometrici.

Per ulteriori informazioni e appuntamenti: www.elenabrugnatti.it