Partner e pubblicità

Dieta, attività e sonno sono aspetti fondamentali e dobbiamo esserne consapevoli. I consigli della Dott.sa Daniela Massarani

 

Per imparare bisogna sentirsi al sicuro

Chiunque si occupi di psicologia dello sviluppo, di bambini e apprendimento sa che un bambino (ma anche un ragazzo) non ha spazio per apprendere e studiare se non è emotivamente tranquillo. Un essere umano in via di sviluppo non apprende se non sente di essere amato e protetto.

Se la relazione in casa e in famiglia è sottoposta a tensione e stress, difficilmente il tuo bambino riuscirà a lavorare sugli aspetti più scolastici. La relazione con tuo figlio è la premessa perché tutto il resto funzioni al meglio!

Al momento ci troviamo di fronte a diverse “sfide” e “compiti emotivi”. Cercare di affrontare e comprendere cosa sta accadendo. Adattarsi all’incertezza che viviamo. Provare a far funzionare tutto nel migliore dei modi.

Partner e pubblicità

Allora ecco alcune strategie e consigli per cercare di fare affidamento sulla nostra calma e provare ad arrabbiarci un po’ meno.

Una mamma mi scrive: “Alle 3 del pomeriggio i miei figli si sono messi a litigare di nuovo. Calci e pugni tra di loro. Io non ce l’ho davvero più fatta. Mi sono tappata le orecchie e ho cominciato a piangere dal nervoso”.

Diciamo la verità: capita a tutti di perdere la pazienza.

Ma ora più che mai dobbiamo cercare di prestare attenzione ad alcuni aspetti fondamentali.

Dieta, attività e sonno

Questi tre aspetti hanno un impatto intenso sul nostro umore, sulla capacità di risolvere i problemi, di stare calmi, di concentrarci. In questo momento più che mai questi aspetti sono fondamentali e dobbiamo esserne consapevoli.

LEGGI ANCHE:  Polaroid Hi-Print, la stampante tascabile per il tuo smartphone

Se non cerchiamo di vivere in modo equilibrato o se uno di questi fattori non è a posto, è molto più semplice perdere la pazienza e tirare fuori il peggio di sé.

Ma se hai perso il controllo, accetta quello che è successo con compassione. Aspetta che tutti gli animi si siano calmati e ritorna sull’accaduto solo quando ti senti più tranquillo.

Chiedi scusa per aver urlato o aver usato delle brutte parole, ma spiega ai bambini che sei stanca, nervosa e preoccupata. Cerca di coinvolgerli nel cercare strategie per far funzionare le cose meglio.

 

Dott.ssa Daniela Massarani
Premium Partner
Email: info@thefamilytrainer.com
Web: www.thefamilytrainer.com

 

 

Condividi questo articolo!