fbpx
Pubblicità

Per la Dichiarazione dei Redditi 2021, secondo i Commercialisti, servirebbe una proroga per diverse motivazioni. La richiesta fatta alla Camera dei Deputati.

 

Si avvicina la scadenza della Dichiarazione dei Redditi 2021, prevista con scadenza 10 settembre 2021, serve una proroga agli imprenditori e professionisti che devono presentare la domanda per avere il saldo dei contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegni bis.

È quanto dichiarato e richiesto dal Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili durante l’audizione tenuta alla Commissione permanente Bilancio e Tesoro della Camera dei Deputati.

Pubblicità

 

Proroga della Dichiarazione dei Redditi 2021

Per i commercialisti italiani, infatti, sarebbe necessaria una proroga al 31 ottobre 2021 sulla scadenza della presentazione della dichiarazione dei redditi 2021, la quale è legata al saldo dei contributi a fondo perduto per aziende e professionisti.

L’alternativa proposta potrebbe basarsi sulla concessione di 120 giorni, invece di 30, per presentare l’istanza e procedere solo dopo aver presentato la dichiarazione dei redditi.

Questa concessione garantirebbe, quindi, che i controlli automatici da parte dell’Agenzia delle Entrate vengano salvaguardati prima del pagamento dei contributi.

Il meccanismo del Decreto Sostegni bis, infatti, obbliga le imprese e i professionisti ad inviare la dichiarazione dei redditi in tempi molto ristretti: con più di due mesi di anticipo rispetto alla scadenza ordinaria prevista il 30 novembre 2021.

Booking evade l’IVA in Italia per oltre 153 milioni di euro secondo l’inchiesta della Guardia di Finanza

Importante da sottolineare la discutibilità sulla data di scadenza per la dichiarazione dei redditi 2021, perché secondo il Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili si troverebbe troppo a ridosso della pausa estiva, non terrebbe conto delle complessità che riguardano tale adempimento e non considererebbe la particolare ed intricata metodologia da applicare per inserire tutti i dati che riguardano le agevolazioni ricevute.

 

Come presentare la dichiarazione dei redditi

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti i modelli e le istruzioni per la compilazione di Redditi PF e 730. Per chi utilizza il modello Redditi PF, è inoltre disponibile il software RedditiOnLine Pf, che consente la compilazione del modello, la creazione del file da inviare telematicamente tramite i servizi online dell’Agenzia delle Entrate e la generazione del modello di pagamento F24.

Per semplificare l’adempimento della dichiarazione annuale dei redditi, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti anche il modello 730 e il modello Redditi Persone Fisiche precompilati, che contengono, cioè, già diversi dati inseriti automaticamente, tra cui le detrazioni per spese sanitarie, spese universitarie, spese per premi assicurativi, contributi previdenziali, bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica.

 

Quando presentare la dichiarazione dei redditi

La dichiarazione dei redditi va presentata ogni anno entro i seguenti termini:

  • Il modello 730 entro il 30 settembre, direttamente online o rivolgendosi a Centri di assistenza fiscale (Caf), professionisti abilitati o al sostituto d’imposta (cioè al proprio datore di lavoro)
  • Il modello Redditi PF entro il 30 novembre, online o rivolgendosi a Centri di assistenza fiscale (Caf), professionisti abilitati.
Proroga 730/2021, Studio Rossi di Milano informa sul probabile differimento

Le persone fisiche non residenti che al momento della presentazione della dichiarazione si trovano all’estero possono inviare la dichiarazione entro il 30 novembre a mezzo raccomandata o altro mezzo equivalente.

Pubblicità