Decreto Siccità in arrivo, razionamento acqua e stato di emergenza

da | 22 Giu 2022 | Agricoltura, Ambiente, Emergenza Siccità

La grave situazione di siccità in Italia, con fiumi in secca e campagne sempre più bisognose d’acqua, necessita urgenti interventi. In arrivo il Decreto Siccità.

 

Un inverno con poche precipitazioni ed un’inizio estate con piogge molto scarse da diverse settimane stanno mettendo a dura prova l’Italia, con fiumi in secca, campagne assetate e raccolti a rischio.

Complice il caldo torrido, che coinvolge soprattutto il Po in più territori e province, continua l’incubo del razionamento dell’acqua, un argomento che le Regioni stanno valutando seriamente con possibili ordinanze al fine di razionare l’acqua soprattutto al Nord.

Il divieto di riempire le piscine e l’utilizzo dell’acqua solo per bisogni primari sono i primi provvedimenti al vaglio.

Decreto Siccità in arrivo

Ieri, a palazzo Chigi, c’è stato il primo confronto tra i tecnici dei Ministeri ed il Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli, il quale ha assicurato che ci sarà a breve un aggiornamento a livello politico.

Del tema siccità se ne sta occupando anche la Conferenza delle Regioni con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, il quale avanza deciso le proprie richieste, tra cui la richiesta dello stato d’emergenza, alla quale con ogni probabilità dovrebbe arrivare una risposta positiva.

Dalle Regioni, probabilmente, arriverà la richiesta della messa a disposizione dei fondi del Pnrr per la realizzazione di nuovi invasi.

 

Razionamento acqua

Un quadro comune di ordinanze per prevenire lo spreco d’acqua potrebbero prevedere il razionamento e l’indicazione a privilegiare l’uso dell’acqua solo per i fabbisogni primari.

Una procedura che molti Comuni hanno già avviato autonomamente: circa 200 solo in Piemonte.

Un accordo politico ed un’intesa con i vari gestori degli invasi idroelettrici, prevedendo loro dei ristori, potrebbero condurre all’ipotesi di un prelievo massiccio di acqua dai laghi.

 

Siccità in Lombardia

I principali problemi in Lombardia riguardano l’agricoltura, con stime di danni per oltre due miliardi di euro.

La Regione Lombardia ha invitato i cittadini a consumare l’acqua con moderazione. “Per ora la situazione della Lombardia è sotto controllo”, assicura il presidente Attilio Fontana.

Tag:

Autore: Marco Marasco