Partner e pubblicità

Si chiamerà “Rilancio” il nuovo decreto che il governo sta terminando per fronteggiare l’emergenza sanitaria, con oltre 700 pagine

 

Si chiamerà “Decreto Rilancio” l’attesissimo provvedimento a sostegno dell’economia (ex Decreto Aprile) sul quale il governo sta ormai lavorando da diverse settimane. La bozza attuale sembra che contenga oltre 700 pagine aventi ipotesi e proposte (alcune ancora incomplete) studiate dai ministri affinché si possa rilanciare l’economia del paese.

Dalle varie fonti emergono i seguenti punti:

Bonus Partite Iva: indennità di 800 euro e di 1000 euro se presente il calo del fatturato di almeno il 30%

Partner e pubblicità

Bonus baby sitter: passaggio da 600 a 1200 euro

Lavoro: estensione del periodo nel quale sono preclusi i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo fino a 5 mesi.

Cassa integrazione: proroga per il trattamento di 12 settimane anziché di 18 settimane.

Smart Working: i genitori che lavorano come dipendenti nel settore privato e che hanno almeno un figlio minore di anni 14 avranno diritto a lavorare da remoto, quindi “in modalità agile”, anche in assenza degli accordi individuali.

Scuola: incremento di 331 milioni di euro, per l’anno 2020, al fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche, per la sicurezza e protezione delle istituzioni scolastiche ed educative, al fine di assicurare la ripresa dell’attività scolastica in condizioni di sicurezza e di garantire lo svolgimento dell’anno scolastico 2020/2021 in modo adeguato

Cultura: Istituzione del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali”, con una dotazione di 150 milioni di euro.

Mobilità: finanziamenti sul fronte con particolare attenzione allo sviluppo di funicolari, tapis roulant e bus elettrici nelle città.

LEGGI ANCHE:  Mascherina in Lombardia fino a metà luglio. Ma riaprono le discoteche

Riqualificazione energetica: incremento delle detrazioni riguardanti le spese per la riqualificazione, per le misure antisismiche e per le installazioni di impianti fotovoltaici sostenute fino al 31 dicembre 2021.

Sistema sanitario: maxi operazione di riordino della rete ospedaliera per una spesa di 2,1 miliardi di euro per il 2020. Si propone poi un arruolamento straordinario di 70 medici e 100 infermieri militari per fronteggiare l’emergenza.

Vacanze: per la promozione turistica in Italia per il 2020 arriva il “tax credit vacanze”. Per il periodo d’imposta 2020 è riconosciuto un credito in favore dei nuclei familiari.

Sport: Al fine di far fronte alla crisi economica dei soggetti operanti nel settore sportivo è istituito il “Fondo per il rilancio del sistema sportivo nazionale”.

Condividi questo articolo!