Partner e pubblicità

Il Decreto Rilancio è diventato legge. Ecobonus, Bonus, famiglie, cassa integrazione e interventi per 55 miliardi

 

Via libera dal Senato e il Decreto Rilancio, a 48 ore dalla scadenza, diventa legge.

Il provvedimento prevede interventi per un totale di 55 miliardi di euro al fine di tamponare gli effetti economici dell’emergenza dovuta al Coronavirus.

Il Decreto Rilancio in dettaglio:

Partner e pubblicità
  • TOSAP / COSAP: esenzione di due mesi, per gli ambulanti, della tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche e del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche.
  • SMART WORKING: prorogato fino al 31 dicembre 2020 per il 50% dei dipendenti della pubblica amministrazione con mansione che possono svolgere dalla propria abitazione, introducendo il “Piano organizzativo del lavoro agile” che farà salire la percentuale al 60% dal primo gennaio 2021.
  • ECOBONUS AUTO: Bonus rottamazione auto e incentivi fino a 3.500 euro per che acquista un’auto Euro 6 e ne rottamo una vecchia di almeno 10 anni di vita, valido fino al 31 dicembre 2020 per automobile aventi un prezzo fino a 40mila euro. L’incentivo sale fino a 10.000 euro per le auto elettriche e 6.500 per le ibride.
  • ECOBONUS MOTO: Bonus fino a 4.000 euro in cado di rottamazione di una vecchia moto o motorino acquistando un veicolo elettrico. L’incentivo è valido anche senza rottamazione ma si ferma a 3.000 euro.
  • SUPERBONUS: detrazione al 110% per interventi che rendano gli edifici più efficienti energeticamente e anche più sicuri in caso di terremoti, estesa anche alle secondo casa tranne quelle di lusso, ville e castelli.
  • CASSA INTEGRAZIONE E CONTRATTI: le quattro settimane di cassa integrazione, previste per questo autunno, potranno essere anticipate d subito. I contratti di apprendisti e lavoratori a termine vengono prorogati per i giorni equivalenti allo stop emesso dal lockdown. Una serie di misure a sostegno per il tessile, moda, fiere e wedding planning.
  • IMU: Sconto fino al 20%, da parte dei Comuni, per chi pagherà l’Imu scegliendo l’addebito sul conto corrente.
  • DOCUMENTI: Le patenti scadute nei mesi del lockdown restano valide fino alla fine del 2020.
  • CONGEDI: 30 giorni di congedo retribuito al 50% fino al 31 agosto per chi ha figli fino a 12 anni. I Comuni dovranno utilizzare la somma di 150 milioni aggiuntivi stanziati con il decreto per organizzare i centri estivi per i bambini e ragazzi di età fino 16 anni.
  • SCUOLE PARITARIE: I fondi sono stati raddoppiati con ulteriori 150 milioni, oltre 1,6 miliardi per far ripartire la scuola a settembre. Grazie a una nuova deroga, le classi elementari potranno avere anche meno di 15 alunni.
  • SERVIZI TELEFONICI “SGRADITI”: l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni può ordinare la rimozione dei servizi di telefonia attivati senza il consenso degli utenti, prevedendo multe fino a 5 milioni per chi non si adegua.
  • ZONE ROSSE: 40 milioni stanziati a favore dei Comuni delle zone rosse esclusi dai primi fondi e ulteriori 20 milioni andranno a sistemare le amministrazioni in dissesto.
  • CREDITO D’IMPOSTA: Il credito d’imposta per gli affitti degli immobili a uso non abitativo potrà essere ceduto dal conduttore al locatore con un conseguente sconto sul canone mensile, mentre il bonus affitti commerciali viene esteso anche per i negozi con ricavi o compensi superiori a 5 milioni.
  • IRAP: significativo taglio Irap e gli enti locali potranno ridurre le aliquote e le tariffe di entrate tributarie e patrimoniali fino al 20%, a condizione che i pagamenti siano effettuati attraverso la domiciliazione bancaria.
  • REDDITO DI EMERGENZA (REM): sostegno straordinario ai nuclei familiari in condizione di necessità economica che nel periodo emergenziale da COVID-19 non hanno avuto il sostegno previsto dal Decreto Cura Italia.
  • BONUS VACANZE: elargito a famiglie con Isee non superiore a 40.000 euro annuali e potrà essere utilizzato dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 per i pagamenti di servizi turistici solo in territorio nazionale.
Condividi questo articolo!