Advertisement

Il nuovo Decreto Maggio 2021, che entrerà in vigore nei primi giorni del mese, darà inizio probabilmente alla graduale uscita dalle restrizioni anti-Covid, soprattutto in merito alle attività commerciali che stanno risentendo di più della crisi economica dovuta alla pandemia.

Parliamo quindi dei ristoranti, bar, hotel, palestre, piscine, spa, centri benessere, ambulanti, negozi e tanti altri ancora. La lista è sicuramente molto più lunga di quanto fino ad oggi annunciato.

Quindi, il 23 aprile sarà analizzato l’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità per controllare che la curva epidemiologica stia effettivamente calando. Successivamente, il 26 aprile, verrà scritto il provvedimento che entrerà in vigore il 3 maggio.

Advertisement

 

Spostamenti nel Decreto Maggio 2021

Attualmente i confini tra le Regioni possono essere oltrepassati soltanto per ragioni di lavoro, salute ed urgenza oppure per raggiungere le seconde case. Una condizione che, secondo i presidenti di Regione, penalizza tutte le strutture che sono aperte e che non possono più far fronte alle spese.

L’intento sarà quindi di consentire almeno gli spostamenti tra le Regioni che rientreranno in Zona Gialla, con il timore, però, che gli spostamenti possano far risalire la curva dei contagi.

 

Ristoranti e locali

Il via alla riapertura al pubblico dei ristoranti, sia a pranzo che a cena, avverrà probabilmente con l’obbligo di privilegiare gli spazi all’aperto. Sarà obbligatoria e non più facoltativa la prenotazione e la misurazione della temperatura all’ingresso per ogni cliente.

Vaccini over 40, da lunedì saranno aperte le prenotazioni. Via libera dal Generale Figliuolo

Resterà anche l’obbligo della distanza di almeno un metro tra i clienti seduti in tavoli occupati fino ad un massimo di 4 persone, a meno che il nucleo convivente non sia più ampio.

Oppure potranno essere adottati dei divisori in plexiglass tra i tavoli o all’interno dello stesso tavolo se le misure del locale non consentiranno il distanziamento necessario e corretto.

Menu tramite Qr Code oppure plastificati, per essere disinfettati dopo ogni uso, e mascherina obbligatoria per quando ci si alza dal tavolo resteranno sicuramente obbligatori.

 

Palestre e piscine

Nelle palestre, gli spazi destinati allo sport, gli spogliatoi e le docce andranno sicuramente organizzati in modo da garantire una distanza di almeno 2 metri durante l’allenamento.

Gli attrezzi ed i macchinari delle palestre dovranno essere disinfettati dopo ogni utilizzo mentre le porte e le finestre dovranno restare aperte il più possibile.

Nelle piscine, invece, la densità di affollamento nelle vasche dovrà essere calcolata con un indice di 7mq di superficie d’acqua per ogni persona, con l’obbligo della doccia saponata e dell’utilizzo della cuffia.

Advertisement